martedì 10 maggio 2016

Nick Pope:è giunto il momento di riavviare il programma

Nick Pope
Si è diffuso un enorme interesse da parte del pubblico verso questo particolare settore investigativo soprattutto dopo che il Regno Unito si è visto costretto a divulgare alcune informazioni riservate in ottemperanza del Freedom of Information Act.
Questo perché in questi ultimi anni il MOD britannico è stato bersagliato da un gran numero di richieste affinché fossero state rese pubbliche tutte quelle informazioni che in qualche modo avessero avuto qualcosa a che fare con la questione UFO. Spinto da questo interesse, il progetto di declassificazione di alcuni file riservati, il MOD britannico è stato costretto a pubblicare circa 60.000 pagine di documenti riservati, tra cui alcune relazioni precedentemente classificate nei rapporti X e meticolosamente gestite dal MOD. 
Nick Pope che a suo tempo fu incaricato di studiare il fenomeno per conto di una divisione del Ministero della Difesa britannico ormai dismessa sostiene che è giunto il momento di riavviare il programma per ragioni che non hanno nulla a che fare con i piccoli omini verdi.
Un articolo di Nick Pope del 22 marzo 2016
Nel 1950, Sir Henry Tizard, il principale consigliere scientifico del Ministero della Difesa (MOD), non nascose un certo interesse verso tutte quelle relazioni relative alcuni avvistamenti UFO e ampiamente riportate dai giornali dell'epoca. In quell'occasione Sir Henry suggerì ai funzionari del MOD che il soggetto UFO non dovrebbe essere respinto frettolosamente senza prima aver condotto un adeguato studio scientifico. A seguito di questi suggerimenti fu creato un comitato che insieme a un gruppo di lavoro avrebbe dovuto studiare il fenomeno dei dischi volanti. Un primo rapporto redatto dal comitato di ricerca fu pubblicato nel mese di giugno del 1951, attraverso il quale si spiegava che gli avvistamenti UFO dovevano essere interpretati come un errore di identificazione, truffe e mistificazioni attraverso le quali ottenere un po' di notorietà. 
La raccomandazione fu che non dovevano essere sprecate quelle poche risorse governative solo per studiare un fenomeno non ufficialmente riconosciuto.
L'anno successivo, durante un'esercitazione per conto della NATO i piloti della Royal Air Force (RAF) e altri militari si resero testimoni dell'avvistamento di un UFO che sembrava eseguire manovre straordinarie ed estremamente veloci. L'oggetto volante che fu agganciato anche dai radar di terra sembrava non appartenere ad alcun velivolo militare impegnato nelle esercitazioni. Nel 1953, alla luce di tutti questi fatti il MOD decise di riesaminare tutti i rapporti UFO in modo da poter giungere ad una conclusione definitiva. 
Nick Pope ha lavorato per il MOD per 21 anni. Dal 1991 al 1994, gli fu assegnato una divisione in modo che potesse supervisionare la corretta conduzione delle indagini. Va ricordato che con il termine UFO, si vuole indicare qualsiasi oggetto volante non identificato - non necessariamente di origine extraterrestre . 
Mentre le indagini del MOD si prefiggevano di determinare se vi fossero effettivamente delle prove riconducibili a un qualche tipo di minaccia aerea, si giunse alla conclusione che i veri marziani erano da considerarsi i russi che all'epoca stavano testando degli innovativi velivoli. 
Le teorie formulate all'epoca, convergevano tutte verso l'ipotesi dell'intrusione aerea da parte di aerei spia e bombardieri sovietici in modo da sondare le effettive capacità operative delle difese aeree e cercare di valutare l'efficacia dei sistemi radar britannici.  Ovviamente la posizione del governo britannico era praticamente identica a quella degli Stati Uniti, dove gli avvistamenti UFO dal 1947 divennero oggetto d'indagini da parte della US Air Force (USAF), in quello che fu poi conosciuto come il progetto Blue Book.  Cosa voleva significare veramente questa particolare attività di catalogazione e lo studio di un fenomeno non riconosciuto quando i risultati ottenuti dalle indagini furono immediatamente classificati? 
Incontri alieni
Anche se il MOD non voleva essere percepito come un Ente Governativo incaricato di dare la caccia agli extraterrestri, questo è esattamente ciò che è successo, grazie alla cultura popolare di quel periodo. 
Nel corso degli anni, i libri, film e altri media hanno mistificato il fenomeno al punto da associare il termine "UFO" a qualcosa di astratto riconducibile al volo di ipotetiche "astronavi alieni". Molte persone continuano a sostenere che i governi stiano tentando di occultare ciò che sanno veramente sugli UFO per cui il MOD britannico inteso come un'organizzazione intrinsecamente segreta ha portato la gente a credere di essere stata coinvolta inconsapevolmente in un sinistro complotto. Anche se il MOD ha certamente sottovalutato la reale portata del suo interesse e coinvolgimento in materia, non è detto che qualche agenzia britannica abbia cercato di nascondere tutte quelle prove riconducibili ad un'ipotetico schianto UFO. 
"Su circa 12.000 casi indagati attraverso il programma del MOD, solo il 5% rimane inspiegabile" Questo non significa che il MOD abbia voluto trascurare alcuni casi particolarmente interessanti omettendo di inserirli nei loro archivi soprattutto quando gli UFO venivano avvistati da agenti di polizia, militari e piloti. Molti di questi casi interessanti si riferiscono ai tracciamenti radar, filmati e foto che sono stati analizzati dallo staff tecnico del MOD.  Il caso più famoso di avvistamento UFO nel Regno Unito risale al mese di dicembre 1980, noto come l'incidente della Foresta di Rendlesham quando per tre giorni di fila furono osservati degli strani oggetti volanti in prossimità delle basi aeree di Bentwaters e Woodbridge. Il MOD ha concluso che i livelli di radiazione rilevati sui siti ove furono visti atterrare gli UFO sembravano "ben al di sopra dei valori normali ". Ciò nonostante le separate indagini condotte dal MOD e dall'USAF di Bentwaters e Woodbridge si conclusero in modo del tutto inconcludente.

Nessun commento :

Posta un commento

Anche con un centesimo di € potrai aiutare questo Blog a sopravvivere

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.