lunedì 30 maggio 2016

Test del DNA per sapere se siamo veramente i "Figli delle stelle"

Figli delle stelle
Con questa interessante nota, Keith Basterfield cerca di affrontare il mistero che si cela sulle nostre vere origini attraverso lo studio dell'autosoma del DNA umano " un termine utilizzato nella genealogia genetica per descrivere il DNA che viene ereditato dai cromosomi autosomici.
Un autosoma è un qualsiasi cromosoma numerato, del tutto diversi dai cromosomi sessuali. Gli esseri umani possiedono 23 coppie di cromosomi autosomici e un paio di cromosomi sessuali. "Il DNA mitocondriale " è quel tipo di DNA che si trova nei mitocondri, organismi cellulari costituiti da cellule eucariotiche . Il "DNA Y-cromosomico " viene utilizzato per esplorare la discendenza di un uomo sia essa patrilineare che diretta ed è meglio conosciuto come SNP (single - nucleotide - polimorfismo) . Con il termine SNP si intende una variazione di un singolo nucleotide che si verifica in posizioni specifiche nel genoma di quelle persone che sostengono di essere i veri "Figli delle stelle " per metà essere umani e metà extra-terrestri. 
Queste persone, convinte di possedere un DNA alieno, chiedono che i loro "semi stellari" vengano esaminati affinché' potessero fornire la prova che il loro DNA ha effettivamente qualcosa di diverso che lo contraddistingue dal resto del genere umano.  I critici sottolineano che allo stato attuale non ci sono prove che possano sostenere tali affermazioni visto che il nostro DNA può essere ricostruito solo da specifiche aziende come quella disponibile su questo sito https://www.23andme.com.  Come spiegare la convinzione di alcuni individui che affermano di essere in parte umani e in parte alieni? A chi di noi non farebbe piacere sapere che le nostre vere origini vadano ricercate davvero tra le stelle? Poiché i test del DNA sono esclusivi del singolo individuo , sarebbe consigliabile non pubblicare i risultati ottenuti da tali indagini perché ciò potrebbe comportare la violazione della privacy genetica.

1 commento:

  1. Quando nacque Noè, il padre Lamech vedendo che aveva capelli bianchi come la neve e la pelle rosa intenso si allarmò parecchio perché queste caratteristiche appartenevano agli Anunnachi che in quei tempi erano "di casa" dalle nostre parti. Lamech corse dal padre per esprimergli i suoi sospetti. ma Il padre che era Matusalemme rassicuro Lamech dicendogli che il neonato era di certo figli suo. Noè crebbe e all'età di circa 600 anni costruì l'Arca e si salvò dal Diluvio universale assieme alla propria famiglia. Poiché non si salvò nessun altro, i discendenti dell'umanità odierna possiedono i cromosomi di Noè. Gli studiosi sostengono che le caratteristiche del neonato Noè dipesero da un caso di albinismo ...

    RispondiElimina

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.