venerdì 24 giugno 2016

Il mistero dei file scomparsi dell'USAF

USAF National Archives
Per dare una risposta seppur sbrigativa alla controversa questione UFO i militari statunitensi avviarono nel 1947 una serie di formali attività investigative subito dopo che l'Army Air Force e la Naval Intelligence, nonché l'FBI ebbero modo di imbattersi in alcuni dei più pubblicizzati rapporti di avvistamenti Ufo,ancor prima che gli stessi venissero classificati per ragion di Stato.
Come avvenuto nelle successive fasi investigative, tuttavia, solo una piccola percentuale dei numerosi avvistamenti sono stati segnalati alle autorità. Ciò vuol dire che solo il cinque per cento degli avvistamenti UFO segnalati nel 1947 sono stati indicizzati nei file militari. Molti di questi file sono stati affidati a delle aziende private che all'epoca lavoravano per conto dell'US National Archives all'interno del quale venivano custoditi un gran numero di documenti rilasciati dall'USAF e dal Progetto Blue Book i quali, chissà per quale motivo furono immediatamente segretati . Alcuni di questi documenti sono tuttora custoditi sui polverosi scaffali del centro storico dell'Air Force Base di Maxwell, situata non lontano da Montgomery, Alabama . 
A partire dal 1940 sono andate perse 110 pagine stilate per l'occasione dall' Air Force che poi inspiegabilmente sono state rinvenute all'interno degli uffici del National Records Center di St. Louis. Per quale motivo tali documenti avevano suscitato tanto interesse da parte di agenzie governative che in diverse occasioni gli arebbero sottratti in modi più o meno subdoli? 
Come spiegare inoltre l'affidamento in mani private di alcune Microriproduzioni di file estremamente riservati i quali sarebbero stati messi a disposizione al miglior acquirente? Alcuni di questi file rilasciati lo scorso anno dall'Fbi forniscono un'idea chiara su come fossero state condotte alcune azzardate indagini. Nonostante gli sforzi dedicati per individuare alcuni rapporti "fantasma" redatti dalle forze navali all'interno dei quali erano contenuti numerosi casi di avvistamenti UFO che firono esaminati anche dallo storico e ricercatore Jan Aldrich, molti di questi file risultano ancora irreperibili. Un'altra buona fonte che sembra essere bene informata sui fatti accaduti nel lontano 1947 e' l'autore del libro-dissier scritto da Ted Bloecher con il titolo "Tutto ciò che c'è da sapere sull'ondata UFO del 1947". Nel suo lavoro, Ted Bloecher ha esaminato 853 resoconti estrapolati da alcuni giornali nordamericani tutti riguardanti una serie di avvistamenti di strani velivoli discoidali. Purtroppo, molte di queste storie furono trascurate dagli stessi giornali proprio per mancanza di dettagli aggiuntivi. Poiché la maggior parte di queste relazioni non sono state attenzionate nell'immediatezza dei fatti, gli articoli di giornale rappresentano tuttora l'unica documentazione seppur non ufficiale attraverso la quale venire a conoscenza dei numerosi avvistamenti UFO che dal 1947 ebbero a susseguirsi in modo preoccupante nel corso degli anni.

Nessun commento :

Posta un commento