venerdì 17 giugno 2016

La tecnologia HAARP all'origine delle spettacolari "Luci del Nord" ?

 radar di Krasnoyarsk
Durante un vertice dei G8 tenutosi in Germania 7 giugno 2007 il presidente russo Vladimir propose di utilizzare la stazione radar di Qabala (Gabala) in Azerbaigian come elemento strategico per la creazione di uno scudo antimissilistico . 
Sergey Kuznetsovuna afferma che la costruzione su vasta scala del radar di Krasnoyarsk il cui progetto era molto semplice, consisteva nell'irradiare nell'atmosfera un fascio radar sufficientemente potente da disattivare l'elettronica di bordo dei missili balistici intercontinentali e dei razzi nemici in modo da deviarne la rotta. Secondo quanto riportato dalla stampa russa, il progetto risultò tecnicamente un vero e proprio fallimento, anche se alcuni sostengono il contrario. 
L'efficacia del radar strategico di Krasnoyarsk poteva essere concretizzata solo attraverso lo sviluppo e la pianificazione di strategie individuali. Nel corso di alcuni esperimenti condotti con il radar strategico è emerso che sotto l'influenza dei suoi raggi fatti propagare nell'atmosfera superiore è stato osservato un significativo assorbimento di ozono ionizzato provocato dall'intensa radiazione  generata dal radar. 
Dopo decine di secondi, lo strato di ozono bersagliato dal localizzatore del radar sembrava crescere notevolmente fino a raggiungere un valore tale che la ionosfera tendeva a diventare particolarmente impermeabile alle radiazioni radar. Durante i test, il radar di Krasnoyarsk aveva provocato un certo numero di spettacolari fenomeni atmosferici molti dei quali sembravano interferire con la mente delle persone. Le caratteristiche elettriche provocate dalle anomalie atmosferiche e la loro influenza sulla psiche umana avrebbe potuto rappresentare una minaccia ecologica, per cui i vertici militari preferirono giungere ad un accordo al fine di limitare l'utilizzo delle armi radar, anche perché l'impianto di Krasnoyarsk avrebbe potuto rappresentare una seria limitazione nei negoziati sulla riduzione degli armamenti costringendo il regime di Breznev a smantellare il pericoloso localizzatore.
Alcuni scienziati russi hanno  affermato che Boris Eltsin era in procinto di ripristinare la funzionalità dei radar ma solo per scopi civili. Uno dei compiti principali del radar russo era quello di pulire lo spazio da quei detriti che avrebbero potuto rappresentare una minaccia per la Terra. Questo particolare tipo di propagazione elettromagnetica poteva essere utilizzata anche per frenare la velocità dei veicoli spaziali in modo da ridurne l'orbita intorno alla Terra.

Nessun commento :

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.