sabato 16 luglio 2016

I cerchi nel grano un metodo efficace per comunicare con gli extraterrestri

crop-circle-human
Centinaia di scienziati di tutto il mondo sono tuttora alla ricerca di quei metodi efficaci attraverso i quali instaurare una sorta di comunicazione con i rappresentanti di civiltà extraterrestri nonostante i nostri fallimentari tentativi nell'inviare dei messaggi nello spazio profondo.
Perché questo silenzio assordante? Perché non vogliono comunicare con noi? Perché non abbiamo avuto ancora un contatto con delle forme di vita intelligenti? Queste sono domande scomode alle quali non possiamo ottenere delle risposte in tempi brevi, nonostante il nostro apprezzamento per i vari tentativi fatti finora nel cercare di stabilire una comunicazione con gli extraterrestri. 
Crop Circles e le trincee di fuoco. Un metodo efficace per comunicare con gli alieni. 
I cerchi nel grano per molte persone sono spesso associati con un intervento alieno. Nei tempi antichi, il problema dei cerchi nel grano sembra aver incuriosito anche i nostri antenati che attraverso loro cercavano cercato di mettersi in contatto con quelli che per loro erano delle divinità aliene. 
A tal scopo, gli antichi crearono delle proprie comunità, cercando così di attrarre la benevolenza degli dei. Così negli anni '20 lo scienziato e matematico tedesco Carl Friederich giunse alla conclusione che il modo più efficace per stabilire un contatto con gli alieni era quello di creare dei messaggi comprensibili per i rappresentanti di civiltà extraterrestri che dallo spazio avrebbero dovuto apprezzare il loro contenuto grafico. Dopo essere giunto a una tale conclusione, il matematico si recò in Siberia, dove, dopo aver tagliato un gran numero di alberi gli dispose a terra creando un perfetto triangolo. Inoltre, lo scienziato creò uno strumento eliotropio il cui principio di funzionamento era quello di riflettere la luce in direzione degli altri pianeti. Un altro scienziato e astronomo Joseph Von Littrow, dopo diversi decenni ipotizzo' che una trincea scavata nel deserto del Sahara, riempita di olio avrebbe rappresentato il modo migliore per attirare l'attenzione degli extraterrestri . Per ottenere tale risultato, la trincea doveva essere data alle fiamme durante la notte, in modo che l'intensa luminosità avrebbe potuto incuriosire gli alieni con i quali stabilire un contatto .
Littrow, come il suo predecessore Friedrich, era convinto che la creazione di complessi forme geometriche sulla superficie della Terra avrebbe dimostrato agli alieni che non erano soli e che c'era della vita intelligente nell'universo, (a volte mi viene qualche dubbio) dal momento che, a suo avviso, i complessi principi matematici e la stessa geometria sono gli elementi essenziali per l'armonia e il governo di tutto l'universo.

Nessun commento :

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.