martedì 17 gennaio 2017

Oltre la morte non esiste altro che una realtà spaventosa!

There is no death
Seppur questo post sembra avere poche cose in comune con la questione Ufo, ciò non toglie che si possa cogliere qualcosa di assonante con la controversa teoria dei mondi paralleli e con la chimerica realtà fisica in cui viviamo tutti i giorni. 
A chi noi non farebbe piacere sapere dove sono andate a finire le Persone a noi care dopo che per forza di cose sono state costrette a lasciare questo caotico pianeta per migrare in chissà qual'altra dimensione? 
Dal momento che il tempo non esiste (secondo alcune teorie mai confermate ) non ci sarebbe nulla dopo la morte' se non la morte stessa del corpo fisico inteso come un freddo e insignificante involucro destinato a diventare solo grasso alimento per affamate larve necrofaghe. Con questa triste prospettiva ci potrebbe confortare il fatto che, secondo una teoria, potrebbe esistere un numero infinito di universi seppur con diverse varianti relative a molteplici situazioni e determinate persone. Tutto ciò che ci può accadere nel presente sarebbe già in atto da qualche parte là fuori, e quindi la morte del nostro ologramma non dovrebbe esistere in linea di principio.
Robert Lanza, professore della University of North Carolina Medical School, ha affermato che secondo la teoria del biocentrismo, la morte non è altro che un'illusione della nostra coscienza visto che la vita umana è come una pianta perenne che torna sempre a rifiorire nel multiverso.
Tutto ciò che vediamo, esiste solo perché lo vuole la nostra coscienza. 
Lo scienziato sostiene che la morte, seppur dovrebbe rappresentare la fine assoluta della nostra esistenza materiale, non impedisce all'ologramma di noi stessi di migrare verso un mondo parallelo completando l'ennesimo ciclo della transizione . John Wheeler (che ha reso popolare il termine 'buco nero') ipotizza che lo scorrere del tempo non è che un aspetto fondamentale della realtà in cui viviamo .Nel 2007, il suo esperimento 'scelta ritardata' ha dimostrato che è possibile influenzare retroattivamente il passato, modificando una particella di Luce, ( fotone) affinché questa potesse tornare nel presente. 
Si ipotizza che tutto ciò che vediamo e che sperimentiamo quotidianamente appartiene a un vortice intriso di informazioni che nella nostra testa non fanno altro che elaborare ciò che a noi sembra di percepire come la realtà al punto da avere la convinzione di vivere all'interno di essa . 
A qualcuno tutto ciò potrebbe apparire angosciante, soprattutto se ci si pone l'interrogativo  a cosa potremmo andare incontro nel momento in cui dovessimo cessare di avere un ruolo attivo in questo temporaneo videogioco in cui una realtà onirica e' destinata a finire prima o poi è senza fare sconti a nessuno.
nlo-mir.ru
offrendoci un caffe'contribuirai a mantenere in vita questo Blog

9 commenti :

  1. Bisogna proprio avere una buona dose di deficienza per non considerare quanto dice Colui che della morte ne sa più di tutti.
    Diversi passi delle Sacre Scritture paragonano la morte ad un sonno, e le persone resuscitate, 9 in tutto adeguatamente documentate, non hanno avuto nulla da raccontare in merito.
    Se vogliamo credere ai moderni filosofi, siamo padroni di farlo, ma ricordiamo che non è la legge che non ammette ignoranza: è Dio che non ammette la mancata conoscenza della Sua parola.
    Poi se vogliamo trastullarci con moderne fandonie, siamo liberi di farlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che per "adeguatamente documentate" non ti riferisca al collage o per meglio dire "taglia e cuci" fatto dai noti esegeti in più di mille anni..

      Elimina
    2. Nella Bibbia non esiste il taglia e cuci! E lo dimostrano profezie avveratesi dopo secoli da quando furono pronunciate.
      La deficienza umana consiste proprio in questo: il ritenere l'attuale conoscenza superiore a qualsiasi cosa e non ammettere che possano esserci realtà spirituali al di fuori della nostra percezione.

      Elimina
    3. Nel dire che non esiste il taglia e cuci la dice lunga su come incarni alla perfezione la decificienza umana.
      Esaminando il pentateuco, ebraico o aramaico e persino quello in greco, si nota l'intervento chirurgico fatto da uomini che poco gli importava di Dio, d'altronde l'uomo assetato di potere nn si fa scrupoli.
      E per quanto riguarda le " profezie ", mi dispiace dirti che sono state " redatte " centinaia di anni dopo l'avvenimento dei fatti.
      E per ultimo di dico che non vi è traccia di spiritualità nel vecchio testamento, basta prendersi la briga di leggere.

      Elimina
    4. Ti ringrazio vivamente per avermi dato del deficiente. Ma detto da uno che non ha il coraggio di mettere il suo nick, la dice lunga.

      Elimina
    5. Figurati... da millenni date per stolti i liberi pensatori, quindi...

      Mi dispiace per il Nick, ma ti lascio la libertà di pensare ciò che vuoi... Di certo nn sto qui a fantasticare sul xké non avete il coraggio di divulgare il nome dell' Elohim di Giacobbe, invece di raccontare la frottola dei 72 nomi... Questo la dice lunga

      El

      Elimina
  2. Ma come...si nega la storia. Di Bibbia riveduta e corretta ci sono almeno tre versioni: quella di re Giacomo, di Ginevra, dei vescovi. Anche i primi presidenti americani si personalizzarono la Bibbia. Nella traduzione degli antichi testi i termini che davano significato ambiguo o sconosciuto venivano arbitrariamente inventati o omessi. Credo in Dio ma non per questo non vedo o critico ciò che di brutto o sbagliato gli uomini hanno fatto in suo nome. Forse perché sono concittadino di Giordano Bruno.

    RispondiElimina
  3. La bibbia, l'opera più taroccata della storia! Bla bla e ancora bla

    RispondiElimina
  4. La bibbia, l'opera più taroccata della storia! Bla bla e ancora bla

    RispondiElimina