domenica 19 febbraio 2017

Che fine ha fatto il dossier relativo all'anomalia del Mar Baltico?

Baltic-Sea-Anomaly-
Da qualche parte nel Mare di Botnia situato tra la Svezia e la Finlandia, a quasi 300 piedi sotto la superficie dell'acqua dovrebbe nascondersi ancora una misteriosa struttura dall'aspetto apparentemente artificiale che per molti ufologi è diventata l'irrisolta anomalia del Mar Baltico.
L'interesse iniziale per la strana struttura circolare è stato innescato proprio per via della sua particolare forma poco conforme con le altre rocce presenti sul fondale del Mar Baltico,sulla quale i ricercatori del team Ocean x hanno rilevato delle incavature disposte ad angolo retto, una strana struttura sporgente simile a una cupola, e quelle che sembrano essere delle scale poste sulla parte esterna dell'oggetto circolare. Il ricercatore Ryan Castledine ritiene che l'area circostante l'anomalia, che sembra essere disseminata da pezzi di metallo dalla forma angolare, potrebbe contenere oggetti ancora più misteriosi sulla cui natura i geologi non sono riusciti a formulare una spiegazione definitiva.
Da quando questa strana struttura è stata scoperta cinque anni fa, nessun'altra indiscrezione è stata fatta trapelare dagli sconcertati scienziati, probabilmente perché i primi risultati ottenuti dalle loro ricerche potrebbero risultare di difficile interpretazione. L'oggetto che potrebbe risalire a circa 140.000 anni fa sembra essere composto da uno strano tipo di metallo che nel corso dei millenni è stato ricoperto da organismi marini e da materiale sedimentario. 
Ciò non ha impedito ad alcuni ufologi assimilare la strana struttura a una navicella spaziale Millennium Falcon così come rappresentata nel famoso film di fantascienza, Star Wars. Volker Bruchert, professore associato in geologia presso l'Università di Stoccolma, ha dichiarato: 
"La mia ipotesi è che questo oggetto si è formato migliaia di anni fa durante l'era glaciale."
Lo svedese cacciatore di tesori sommersi, Denis Asberg, autore della scoperta insieme a Lindberg, ha affermato a TV4:
"Ciò che abbiamo rilevato sul fondale marino era un piccolo promontorio di 20-25 metri di altezza, caratterizzato da una crepa situata nel centro mentre la parte bassa antistante la struttura circolare era disseminata da un gran numero di rocce fuse da un forte calore".
"Il solco lasciato dall'oggetto inizia proprio da qui anche se in realtà abbiamo rilevato altri due tracciati chiaramente visibili sul fondale marino. Sulla strana struttura abbiamo individuato quello che sembra un portello d'accesso. La cosa interessante è la presenza di un altro solco che sembra condurre al secondo oggetto circolare distante circa 200 metri dal quello principale ".
Dal giorno della scoperta della strana anomalia sottomarina non si è saputo più nulla, almeno ufficialmente, anche perché sul sito gestito dal team OceanX non sono emerse ulteriori indiscrezioni che potessero spiegare una volta per tutte la vera natura della strana struttura sommersa. 
In mancanza di spiegazioni ufficialmente riconosciute non ci rimane altro che porci il seguente interrogativo:che cosa sono veramente quelle strane strutture sottomarine? Antiche navicelle aliene o naturali formazioni rocciose munite di strane aperture e tracce riconducibili a una forte combustione? 
Tale scoperta ci fa ricordare che sono numerosi i luoghi del nostro pianeta a risultare ancora inesplorati per cui abbiamo ancora molto da imparare per comprendere i veri misteri che da sempre hanno accompagnato il percorso evolutivo del genere umano.
via: Express
© Fonte video:Gary Lite 369 UNIVERSE

Nessun commento :

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.