lunedì 6 febbraio 2017

Il mistero dello strano tubo rinvenuto lungo una spiaggia della Nuova Zelanda

mysterious tube on New Zealand beach
Il mistero che circonda lo strano tubo adagiato lungo il bagnasciuga di una spiaggia della Nuova Zelanda rappresenta la seconda scoperta che in questo mese non ha fatto altro che far speculare coloro che sostengono l'esistenza di segrete basi sottomarine allestite e gestite da agenzie di ricerca di pochi scrupoli impegnate in chissà quale sorta di esperimenti sottomarini .
Il tubo di circa 100 metri di lunghezza è stato scoperto lungo una spiaggia meglio conosciuta come Te Waewae, nel Southland, dove è stato fotografato da alcuni impiegati dell'Environment Southland che non hanno perso tempo a pubblicarlo su Facebook. Secondo quanto riportato dal sito arquivoufo.com lo strano tubo di colore nero sarebbe composto da uno strano tipo di plastica, da congiunzioni in metallo poste su entrambe l'estremità oltre ad essere notevolmente pesante. Alcuni utenti hanno suggerito che potrebbe essere un condotto appositamente progettato per contenere pericolosi sversamenti in mare di sostanze altamente inquinanti. 
La scoperta fa seguito a quella della settimana scorsa quando è stato rinvenuto un altro oggetto anomalo di cui le Autorità costiere non sono riuscite a formulare una spiegazione plausibile con le quali tranquillizzare i residenti costieri e i turisti neozelandesi che solitamente frequentano quelle spiagge per surfeggiare in quel tratto di mare costantemente increspato da spettacolari cavalloni marini. 

2 commenti :

  1. È la marmitta modificata del mio Ciao anni 80. Dai ragazzi un Po di ironia nn guasta

    RispondiElimina
  2. Se non si tratta della tua marmitta ;) o di un pezzo di una base sottomarina :/ allora é possibile che arrivi da una piatta petrolifera...

    RispondiElimina

Anche con un centesimo di € potrai aiutare questo Blog a sopravvivere

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.