venerdì 24 febbraio 2017

La leggenda dei 23 soldati russi uccisi da Alieni dai grandi occhi neri

soldiers aliens
Un segreto programma di ricerca fu istituito dal governo sovietico a seguito di alcuni fatti particolarmente allarmanti avvenuti nei primi anni 90 quando nel cielo di quel vasto Paese comparvero la bellezza di 48 oggetti volanti non meglio identificati . 
Secondo il dailystar.co.uk il KGB avrebbe redatto una serie di rapporti relativi a una violenta battaglia che vide coinvolti alcuni soldati sovietici di stanza presso una base missilistica e una formazione di strani oggetti volanti. 
Sempre secondo le indiscrezioni rispolverate dal tabloid britannico sopra indicato, i resti dei soldati abbattuti e i resti di quella che doveva essere una navicella aliena, furono trasferiti segretamente all'interno dei laboratori di un istituto russo per la ricerca scientifica situato nei pressi di Mosca.
Come fonte, il tabloid ha citato un rappresentante della CIA, secondo il quale, qualora i file custoditi dal KGB dovessero risultare autentici, allora ci sono tutti gli estremi per considerare l'accaduto come qualcosa di estremamente allarmante. Secondo i documenti segreti del KGB, da uno degli oggetti volanti abbattuti dai militari, sarebbero emersi alcuni Umanoidi che forti di una tecnologia a noi sconosciuta,avrebbero pietrificato 23 soldati sovietici in servizio presso un'unità militare distaccata nella lontana Siberia. 
Secondo alcune indiscrezioni rilasciate recentemente dal quotidiano ucraino Ternopil Vechirniy è emerso che la CIA era venuta in possesso di alcune testimonianze rese da due soldati sopravvissuti al ​​presunto attacco alieno.
Il giornale fa riferimento a 250 pagine contenenti del materiale riservato riconducibile all'incidente extraterrestre e che l'ex Unione Sovietica avrebbe redatto nel 1991 poco prima del rilascio di alcuni file gestiti dalla sua equivalente agenzia statunitense spionistica, la Cia.
La storia è stata riprodotta in un file della CIA disponibile nella libreria on-line messa a disposizione dall'agenzia sopraindicata. Secondo il dossier, i soldati dislocati presso degli impianti d'addestramento allestiti in Siberia stavano completando i preparativi in vista di una serie di esercitazioni militari a largo raggio quando improvvisamente notarono la presenza di una navicella spaziale che a bassa quota sorvolo' l'intera area militarizzata.
Uno dei soldati riuscì ad abbattere l'oggetto volante facendolo precipitare a terra. Dai rottami fumanti uscirono cinque umanoidi muniti di "grandi teste e grandi occhi neri". Il rapporto riporta quanto segue : "In quel preciso istante, i 23 soldati che avevano assistito al fenomeno vennero tutti pietrificati da una misteriosa energia " . 
"Solo due di loro sopravvissero alla battaglia perché all'attimo dell'esplosione luminosa si trovavano in un luogo sufficientemente riparato." Se tale incredibile vicenda dovesse risultare autentica, allora appare evidente che dietro a tutte queste storie UFO si potrebbe nascondere una realtà molto più terribile, e precisamente la sperimentazione di pericolose armi terrestri altamente classificate. Gli alieni posseggono armi e tecnologie che ai nostri occhi potrebbero sfidare ogni nostra immaginazione?
Seppur piccola la tua donazione farà certamente la differenza 
allungando la vita di “Mistero Ufo”

Nessun commento :

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.