martedì 7 marzo 2017

Cosa si nasconde all'interno delle montagne russe degli Altai ?

ufo Altai
Questa catena montuosa, che si estende per circa 70 km. in lunghezza si trova nel nord-est della regione russo asiatica degli Altai. Fin dai tempi antichi, la gente del posto era convinta che sotto la montagna sacra di Altyn-Tu si nascondessero delle strane presenze ultraterrene.
Ecco quello che ha scritto su questo argomento il ricercatore russo VV Sapozhnikov:
"Nell'angolo sud-occidentale del Lago di Teletskoye subito dopo gli atterrazzamenti di Altyn-Tuu si ergono le misteriose Golden Mountains. I ripidi pendii quasi inaccessibili in alcuni luoghi sono ricoperti da cespugli e ciuffi d'erba secca cresciuta a stento tra le rocce a strapiombo sulle quali si aggrappano anche alcuni vecchi larici. La convinzione comune è che la parte superiore del monte Altyn-Tu rappresenti un luogo sacro per la gente del posto e ogni tentativo di salire sulla sua vetta viene vanificato dall'improvvisa comparsa di strane nuvole che sembrano materializzarsi dal nulla"
Sulla sponda sud del lago Teletskoye vi è un campo turistico, che dal versante dell'ex Unione Sovietica consente l'accesso al percorso turistico 77, molto popolare tra gli escursionisti locali. 
Altyn-Tu, tradotto in russo significa la "montagna d'oro" alla quale sono collegate molte leggende come quella del primo uomo creato da Maiden, lo spirito supremo Ulgen, il quale vagherebbe proprio lungo le aspre pendici di questa misteriosa montagna. Negli ultimi anni, i cacciatori locali, raccoglitori di funghi ed erboristi hanno riferito che sulle alture collinari e zone limitrofe sono state osservate delle misteriose navicelle aliene di varie forme che quotidianamente erano solite sorvolare gli inaccessibili crinali delle impervie montagne. Diverse persone hanno ammesso di essere state rapite da creature aliene le quali le avrebbero sottoposte ad una serie di misteriosi esperimenti particolarmente invasivi. 
Fortunatamente, gran parte di tali esperienze si sono concluse tutte con la liberazione degli sfortunati rapiti i quali sembravano aver acquisito dei poteri particolari che molti ricercatori assimilano a quelli posseduti dagli attuali contattisti. Qualcosa di simile è accaduto ad un certo Vladimir V., mentre andava a caccia nei boschi vicini a Mount Altyn-Tu. Ciò che sentì fu un sibilo simile ad un acuto fischio a seguito del quale lo sventurato testimone perse conoscenza. Al suo risveglio, Vladimir si accorse di trovarsi in una strana stanza, priva di finestre e porte. Le pareti erano ricoperte da un misterioso materiale dall'aspetto argenteo e particolarmente solido .Nel tentativo di alzarsi dal divano su cui giaceva, Vladimir noto' che le braccia e le gambe non rispondevano più ai suoi comandi. Trascorso un certo periodo di tempo, sulla parete della stanza apparve una sorta di apertura attraverso la quale si materializzarono diversi umanoidi ricoperti da strane tute spaziali . 
Tali creature spiccavano per la loro bassa statura, mani lunghe e una testa sproporzionata. Nonostante la sorpresa, Vladimir riuscì a notare che gli alieni avevano dei grandi occhi ricoperti da una strana pellicola nera . Traendo spunto sa questa vicenda, dobbiamo concludere che il cacciatore si è imbattuto con i cosiddetti Grigi, entità biologiche particolarmente interessate alla struttura genetica degli umani sui quali verrebbero condotti terribili esperimenti medici e il repertamento di campioni organici, probabilmente per creare una nuova specie di Umanoidi ibridi.
Se sei dei nostri sostienici con un caffe' macchiato

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.