giovedì 23 marzo 2017

Ufficiale della Marina statunitense parla di segrete basi Antartiche

alien bases Antarctica
Una delle mappe più controverse è senza ombra di dubbio quella disegnata nel 1513, dall'ammiraglio turco Piri Reis il quale, con i rudimentali mezzi di quel periodo è riuscito a riprodurre in modo dettagliato i profili continentali della Terra.
Dopo 500 anni, questa misteriosa mappa continua ad essere oggetto di accesi dibattiti tra gli studiosi e cartografi che non sanno spiegare come abbia fatto l'ammiraglio turco a riprodurre così fedelmente i profili dei continenti, soprattutto quelli dell'Antartide, quando la sua superficie non era ancora ricoperta dalle vaste distese ghiacciate. 
Nel 2012, un'immagine satellitare dell'Antartide mostrava una strana formazione ovale dall'aspetto apparentemente artificiale che a ragion di logica non avrebbe dovuto trovarsi in uno dei luoghi più remoti e disabitati del nostro pianeta. 
La sorprendente scoperta potrebbe avere qualcosa a che fare con i numerosi e strani eventi che si starebbero verificando nel continente Antartico? 
Gli esperti del settore, nell'analizzare una serie di panoramiche satellitari raffiguranti il continente bianco si stanno chiedendo ancora se le numerose anomalie ambientali individuate tra i ghiacci dell'Antartide non siano da ricondursi a delle antiche 'strutture' artificiali e non al risultato di Madre Natura. 
Le forme insolite di alcune strutture porta a far pensare che potrebbero essere il risultato di un antico intervento umano. Per quale motivo l'Antartide è diventato un punto focale per i teorici i della cospirazione? Ad infittire ulteriormente il mistero sono le recenti dichiarazioni fatte da un ex ufficiale di marina il quale ricorda di aver visto delle enormi aperture tra i ghiacci Antartici diventati recentemente no-fly zone. 
Per giunta, il mese scorso, il Segretario di Stato John Kerry ha visitato l'Antartide ufficialmente per constatare gli effetti dei cambiamenti climatici ma che il vero scopo era quello di accertarsi dell'esistenza dei resti di una segreta base nazista, ove gli scienziati tedeschi avrebbero sperimentato delle navicelle aliene con le quali speravano di porre fine alla Seconda Guerra Mondiale.
"Fino ad oggi, gli scienziati non hanno ancota alcuna idea su ciò che potrebbe celarsi nelle profondità Antartiche" ha concluso l'ex ammiraglio statunitense, che chissà per quale motivo preferisce mantenere l'anonimato.
Seppur piccola la tua donazione farà certamente la differenza 
allungando la vita di “Mistero Ufo”

1 commento :

  1. L'esistenza Dell élite che palesa la sua presenza nei filmati di Hollywood come sulla banconota statunitense mi ha sempre lasciato esterrefatto per l'arroganza ostentata oltre che per quanto passasse in sordina.... Poi quando ho scoperto che il nome della nostra capitale é stato una loro idea, la città Dell AMORe...Pensavo di averle sentite tutte,ma se adesso viene fuori che ANTARTIDE é in verità il perduto continente e civiltà di ATLANTIDE cioè 4Lettere scombinate.. A____TIDE... La mia vena del complottista sul collo , penso che potrà ingrossarsi talmente tanto che se le fossero vicino, quei rettiloidi squamosi infingardi, apparirebbero leggermente abbronzati al confronto...!
    #ATLOVEANTIDE
    #CENTROLLOVERICERCHE
    #SBOCCIAMOLADISCLOSUREINPRIMAVERA
    #ISISFAKENEWSFIRST
    #ILSILENZIONONAIUTALADISCLOSURE

    RispondiElimina