lunedì 10 aprile 2017

I Chupokabra della Russia.Canidi alieni geneticamente modificati?

Chupokabra
Perché questo misterioso canide continua ad essere associato ad una sorta di vampiro geneticamente modificato da una civiltà aliena? 
Il mito del Chupacabra ha avuto inizio nel 1950 quando ha fatto la sua prima comparsa in alcuni remoti villaggi di Puerto Rico dove si verificarono una serie di misteriose uccisioni di capre e in epoche successive anche la moria per dissanguamento di altri animali d'allevamento. 
La leggenda vuole che il Chupacabra si aggiri ancora tra le fitte foreste del Sud America ove avrebbe trovato riparo dalle numerose battute di caccia organizzate dagli allevatori locali intenzionati a porre fine una volta per tutte alle continue uccisioni di capi di bestiame. Su questa misteriosa ed inafferrabile creatura si è detto un po' di tutto. Alcuni indios del centro e sudamerica ritengono che il Chupacabra debba essere considerato come una creatura infernale proveniente da altri mondi alieni che dopo essere stata abbandonata sulla Terra si sarebbe adattata a vivere all'interno delle oscure foreste e a procacciarsi il cibo assalendo le greggi di ovini. 
Un'altra teoria suggerisce che la famelica bestia altro non è che una nuova specie di canide ottenuto attraverso una mutazione genetica mal riuscita . 
Ciò nonostante, sembra che la misteriosa bestia sia riuscita ad emigrare anche in Russia ove starebbe creando seri danni agli allevatori che lamentano frequenti aggressioni non solo ai poveri ovini ma addirittura nei confronti dell'uomo stesso. Nel 1995, in Russia è stato documentato il primo caso di un attacco perpetrato da creature sconosciute a danno dei numerosi allevamenti di pollame. Nel Territorio di Krasnodar, il misterioso animale avrebbe letteralmente prosciugato del sangue un gran numero di polli domestici. 
Inizialmente tali cruenti fatti non fecero molto scalpore nonostante l'uccisione di un gran numero di animali domestici.Il motivo dello scarso interesse da parte delle Autorità era dovuto al fatto che dovevano affrontare problemi molto più importanti come l'apparizione di strane luci volanti e l'inspiegabile scomparsa di persone. Nei nove anni successivi, tutto sembrò tornare nella normalità visto che non si verificarono altri efferati attacchi contro i poveri animali d'allevamento. Nel 2004 nei pressi del piccolo villaggio rurale di Gavrilovka, tornarono a verificarsi i misteriosi attacchi a danno degli animali domestici. 
Uno di questi è stato documentato da un agricoltore locale che denunciò la morte di 40 tacchini ai quali era stato succhiato tutto il sangue. 
Un altro allevatore lamentò l'uccisione di quattro pecore anch'esse uccise allo stesso modo. Altri casi simili si sono verificati in altre parti della Russia al punto da non suscitare più clamore tra l'opinione pubblica che attribuiva le aggressioni a una specie sconosciuta di animale selvatico. Con la ripresa delle uccisioni di capi di bestiame, in alcuni villaggi russi inizio' a diffondersi un vero e proprio panico collettivo al punto da costringere la gente del posto a non uscire dalle loro case soprattutto durante le ore notturne. 
Una commissione speciale allestita da Mosca non riuscì a risalire al misterioso animale che sembrava anticipare le mosse degli allevatori decisi a porre fine a queste strane aggressioni. Qualche tempo dopo, uno degli abitanti del villaggio Gavrilovka si è imbattuto con lo scheletro di uno strano animale che sembrava non appartenere ad alcuna specie conosciuta che avrebbe dovuto vivere lungo la costa di Oka. Secondo gli esperti che hanno esaminato i resti scheletrici, l'animale era in grado di muoversi sulle due zampe posteriori mentre la testa era di grandi dimensioni e dalla forma strana. 
Inoltre la bestia dal lungo collo flessibile aveva una bocca coronata da lunghe zanne affilate.I Biologi e gli zoologi che hanno condotto una serie di studi sui resti animali non sono riusciti a formulare un'opinione comune su quale specie avessero potuto appartenere gli strani resti scheletrici rinvenuti dal contadino. 
I tentativi di catturare la misteriosa creatura sono risultati tutti vani, perché essa sembrava possedere un intelletto sviluppato e un senso di auto-conservazione che la portava a rendersi invisibile agli esseri umani.

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.