lunedì 3 aprile 2017

Il Dalai Lama ci esorta nuovamente a prepararci per il grande incontro alieno.

Dalai Lama
ll noto monaco buddista, nell'approfittare dell'opportunità offertagli per parlare ad alcuni studenti si è voluto soffermare su un argomento alquanto insolito soprattutto perché proposto da un personaggio religioso di elevate conoscenze Spirituali .
Il Dalai Lama ha voluto esporre alcune questioni che forse un giorno dovremmo affrontare qualora si dovesse verificare il tanto auspicato contatto con una civiltà extraterrestre seppur diversa dalla nostra . 
Egli sostiene che un tale evento potrebbe verificarsi presto e che quindi, il genere umano dovrà prepararsi all'idea di accettare la possibilità che in fondo non siamo gli unici esseri intelligenti ad aver sviluppato una civiltà avanzata in questo sconfinato universo. Le sue idee particolarmente scioccanti hanno incoraggiato gli studenti a prepararsi per il Grande Evento che si verificherà nel momento in cui i visitatori provenienti da altre galassie lontane ci prenderanno per mano per poi accompagnarci verso la retta via . 
"Forse sono leggermente diversi in apparenza, cio' non toglie che sono pur sempre degli esseri senzienti come noi" ha affermato il Dalai Lama. 
"Dobbiamo accettare il fatto che gli alieni sono degli esseri cognitivii che percepiscono le cose allo stesso modo che le percepiamo noi, nonostante avessero un aspetto diverso" ha aggiunto il Dalai Lama.
Invitato alla University of Portland (Oregon) per parlare agli studenti dei segreti dell'universo e il ruolo assolto dall'uomo in un'area così sconfinatamente vasta, il Dalai Lama ha voluto affrontare il tema degli alieni. 
Le sue convinzioni sono state particolarmente scioccanti per gli sconcertati studenti anche perché la sua è stata una performance degna di uno dei leader spirituali più grandi della storia umana . 
Dichiarazioni di tale portata potrebbero risultare scomode per una serie di comprensibili motivi. Lo scopo di questo intervento è stato quello di sottolineare che, indipendentemente dall'aspetto fisico, gli alieni avrebbero gli stessi sentimenti degli umani. Ciò dovrebbe essere considerato come un invito a non discriminarli visto che vorrebbero essere trattati con gentilezza, anche se il loro aspetto a qualcuno potrebbe risultare un po' riluttante .
Si tratta di un argomento molto interessante quello prospettato dal Dalai Lama, soprattutto quando afferma che è giunto il tempo di confrontarci con altre forme di vita intelligenti e di non prestare caso al loro aspetto ma piuttosto alle loro elevate conoscenze sulla Spiritualita' del Cosmo.
ufospace.net
Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero.

13 commenti :

  1. Esoterismo-astrologia-spiritualità-extraterrestri-complotti... Quando andremo oltre a tutto questo saremo già una civiltà galattica in piena regola, un giorno questi collegamenti ci sembreranno tollerabili e possibili..ma per il momento, siamo nel presente con chi c'è l'ha ancora a morte col prossimo e comunque nella mentalità generale della convinzione che certe verità siano e debbano restare a compartimenti stagni...

    Ottusamente certi che certi collegamenti come ufo-complottismo siano più simili a catene che a ponti..

    RispondiElimina
  2. vi invito a leggere il libro "la setta aliena dei tre soli" in vendita su amazon oppure su mondadoristore, libro molto interessante in cui si parla della teoria della lito-panspermia

    RispondiElimina
  3. Dare la possibilità alla vita di venire da meteoriti extrasolari, può aiutare la mente a immaginare soluzioni non convenzionali e prepararla alla possibile visione di altre forme vita extraterrestre... Per cominciare penso possa andare benissimo .. Più semplicemente però, è un spostare l'attenzione su di un altro punto interrogativo,che merito del coverUP c'è n'è Son fin TROPPI.

    RispondiElimina
  4. Grazie a griglie create a doc dal sistema e dalle nostre menti siamo indietro di almeno 40.000 anni a livello di consapevolezza. A mio modesto avviso questo mondo non è a misura di tetha, lo dicon in molti, io aggiungo più che una idea, (avendo il cervello di frankenstein non posso avere idee) un sentire:
    questo mondo nulla ha a che fare con la realtà vibrazionale dell'essere nella sua essenza profonda.
    Siamo fuori fase, non connessi all'Assoluto, quando ci riusciremo forse saremo coautori di civiltà progredite in cui ci sarà libero scambio con altre civiltà. Buon cammino a tutti.

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Un piccolo suggerimento, o meglio un appunto di viaggio tra viaggiatori:
    chi non è collacabile, indica con la sua irrdiducibilità che il regno del possibile non si esaurisce nelle caselle dell'ordine costituito, dunque siate irriducibili.

    RispondiElimina
  8. Avendo il cervello di frankestein faccio spesso errori di ortografia:
    irriducibilità, ho cancellato due commenti per questo motivo...opss.

    RispondiElimina
  9. Solo un piccolo chiarimento: a quando risale questa notizia? Perché pare che l'evento all'Università di Portland risalga al 2013...però magari ho cercato male io

    RispondiElimina
  10. Ci sono spesso notizie datate, controllerò anche io.

    RispondiElimina
  11. Chiedo scusa a priori x la ripetitività del concetto ma vi esorto a leggere i testi sumerici a partire dalla lista reale fino alla descrizione che fanno di Inanna quando crea l'uomo (giganti) però fallì perché si surriscaldavano come la mia Diana dell'89. Il secondo tentativo dalle scimmie, attraverso l'ingegneria genetica, fece discendere gli ominidi più idonei al lavoro ecc ecc. Se è tutto un mito questi sumeri avevano una fantasia sfrenata. Migliaia di anni fa trattavano, con altri termini, argomenti oggi attuali e ancora misteriosi. Noi appena trent'anni fa non avremmo mai pensato di condividere idee, immagini e altro ancora attraverso un dispositivo come il cellulare.
    PS Quando parlo di sumeri non mi riferisco solo a Sitchin ma anche ad altri scienziati, che pur facendo parte della comitiva dei Sissignore hanno preso in seria considerazione alcuni concetti definendoli "interessanti".
    Qualcuno potrebbe dirmi perché l'umanità da sempre si è ammazzata per l'oro e non per il granito o altro materiale?

    RispondiElimina
  12. Forse si surriscaldavano perché l'anima aveva troppa energia/materia a disposizione per fare lavoro animico su se stessi,la famosa alchimia nella 3D.

    E siccome solo lavorando si sbaglia e sbagliando si impara,portando l'acqua al mulino dei soliti noti,l'umanità é stata facilmente schiavizzata... Facilmente e subdolamente visto che cercava solo il propio cammino spirituale durante una vita da condividere con la o le persone amate...

    L'oro.
    Per quanto sia raro e di colore simile al Dio/Dea Sole, é stato utilizzato come dono al genere femminile (le PIU belle donne) tipo ornamentale e per i vertici piramidali simbolico autoritario(il più elevato)..ma ho sentito di storie diverse delle più disparate..quindi buuu..chissà

    RispondiElimina
  13. Ciao ragazzi, non amo l'oro, non mi ha mai attirato, come d'altro canto in generale tutte le gemme, alcuni dicono che sia un materiale molto resistente e per questo considerato prezioso, alcuni sostengono che era utilizzato da civiltà avanzate, non siamo sempre stati rimbambiti, con i soliti dubbi del caso.
    Alcuni mattiasseriscono che gli uomini in nero di cui si parla tanto, son parte una setta nata in seno alle civiltà sumeriche e assire, i manufatti di cui parla Sotuknang son stati scritti da loro, esperti nel scrivere la storia umana, anzi riscriverla. Ognuno crede in ciò che vuole credere, ovviamente, dei, santi etc. e ogni credenza è rispettabile.
    Personalmente non credo a nulla, leggo molte cose, anche le opinioni di altri viaggiatori e vado per la mia, restando in ascolto, almeno ci provo, dell'Assoluto e cercando di connettermici. Utopia? chissà, è la mia strada e confido che come io rispetto quella degli altri gli altri rispettino la mia.
    Un saluto a tutti i viaggiatori.

    RispondiElimina