martedì 25 aprile 2017

La ricerca di intelligenze extraterrestri attraverso viaggi 3D

universe 3d
I viaggi virtuali nello spazio ci offrono la possibilità di assistere alla nascita del sistema solare, osservare l'aspetto e la morte delle stelle, viaggiare verso i confini estremi dell'universo e misurare il potere distruttivo dei buchi neri.
Molti programmi di ricerca come quello assolto dal SETI, si prefiggono di cercare alternative intelligenze extraterrestri e stabilire eventuali contatti con i possessori di una tecnologia estremamente avanzata. 
Le onde radio che quotidianamente trasmettiamo nell'universo potrebbero consentire agli alieni di localizzarci entro una quarantina di anni. La scoperta di un gran numero di molecole organiche nello spazio suggerisce che queste molecole o anche "proto-organismi" primitivi, possono essersi formate lontano dalla Terra sotto forma di nuclei cometari, meteoriti o micrometeoriti. 
Dalla creazione dell'universo alla comparsa delle prime forme vita sulla Terra  gli scienziati perseverano nella loro ricerca di altri organismi Biologici che potrebbero nascondersi da qualche parte in questo sconfinato guazzabuglio stellare.  Considerando che ogni stella non è altro che un sole simile al nostro, appare evidente che attorno ad essa potrebbero benissimo orbitare innumerevoli pianeti simili al nostro alcuni dei quali potenzialmente abitabili. Mentre i ricercatori e gli specialisti evocano i loro progressi ottenuti nell'astronomia e astrofisica, l'attore americano Sam Neill spiega i misteri del nostro universo e anticipa il futuro proponendo viaggi interstellari in grado di ricostruire scenari virtuali attraverso la piena immersione olografica in ambienti 3D. Gli effetti 3D, sviluppati appositamente per esplorare virtualmente l'universo ci permettono di ottenere una significativa esperienza visiva, anche perché tali viaggi sarebbero fisicamente impossibili da realizzarsi con le nostre attuali tecnologie. Un aspetto interessante di tali viaggi virtuali è la possibilità di sorvolare la superficie di un pianeta inesplorato, avvicinarsi alla superficie del Sole senza correre il rischio di venire inceneriti dal forte calore e di curiosare in prossimità di pianeti in grado di ospitare peculiari forme di vita multicellulari non necessariamente intelligenti. 
Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero.

Nessun commento :

Posta un commento

Anche con un centesimo di € potrai aiutare questo Blog a sopravvivere

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.