sabato 22 aprile 2017

La Stazione Spaziale Internazionale continua ad essere sfiorata da strani detriti orbitanti

ufo iss
Molti continuano a chiedersi se i numerosi oggetti visti andare alla deriva in prossimità della laboratorio orbitante siano da ricondursi a della pericolosa spazzatura spaziale o alle tanto evocate particelle di ghiaccio.
Considerando la ripetitività degli strani avvicinamenti dobbiamo chiederci: è veramente questa la spiegazione più razionale?
La bassa risoluzione dell'immagine non ci consente di stabilire con certezza la vera natura dello strano oggetto luminoso avvicinatosi pericolosamente alla Stazione Spaziale Internazionale per cui il buon senso ci porta a supporre che gli astronauti alloggiati all'interno della ISS avrebbero dovuto accorgersi di quella strana "Presenza". Eppure da lassù nulla d'insolito è stato segnalato dagli scienziati troppo impegnati a condurre i loro strani esperimenti . 
L'insolito evento che si sarebbe verificato lo scorso 19 aprile riguarda uno strano oggetto semitrasparente che gradualmente si materializza in prossimità della Stazione Spaziale Internazionale per poi svanire allo stesso modo così come era apparso. Ovviamente l'autore della segnalazione è il noto ufologo Scott C. Waring secondo il quale le telecamere della Stazione Spaziale Internazionale avrebbero immortalato la materializzazione di un'entità bioluminescente. 
All'atto della pubblicazione di questo post non erano disponibili video che avrebbero potuto documentare meglio la dinamica dell'ennesimo incontro ravvicinato del tipo astronautico. 

1 commento :

  1. Ma quale ufo sigariforme........basta osservare da youtube la telecamera live della ISS per capire di cosa si tratta.......è semplicemente un riflesso della luce solare nell'obbiettivo della telecamera che non è fissa e muovendosi causa questi apparenti comparire e scomparire del riflesso........aaaaaaaaaa

    RispondiElimina