lunedì 17 aprile 2017

Spettacolare Rod visto sfrecciare in prossimità del vulcano Popocatepetl

Ufo Popocatepetl
Tali luminescenti Entità chiamate anche "bastoni volanti" devono il loro nome alla loro luminosa forma allungata che in qualche modo le fanno assomigliare ad alcune creature biologiche adattatesi a vivere negli oscuri abissi oceanici.
Un particolare importante è che tali oggetti sono stati videoregistrati in modo del tutto casuale soprattutto da quelle telecamere munite di sensori ottici particolarmente sensibili oltre ad essere state catturate fotograficamente in varie parti del mondo. Sotto il profilo Ufologico, i serpenti volanti sono considerati degli esseri multidimensionali che potrebbero misurare fino a diverse centinaia di metri in lunghezza e raggiungere una velocità di 1.400 chilometri all'ora. Il primo avvistamento di questi strani oggetti se così gli possiamo definire risale al 19 marzo 1994 quando il famoso ricercatore messicano José Escamilla riuscì ad immortalare in modo del tutto casuale una di queste "cose" nei cieli del New Mexico, realizzando di essersi imbattuto con qualcosa che sembrava sfidare tutte le sue conoscenze scientifiche. 
Le indagini finora condotte non hanno permesso di stabilire con certezza la struttura biologica di tali luminose Entità che potrebbero essere delle criptidi forme di vita in grado di alimentarsi di pura energia e sopravvivere in ambienti estremamente ostili come nel freddo vuoto dello spazio e negli abissi oceanici. Uno di questi "bastoni volanti" è stato filmato da una telecamera di sorveglianza che monitora costantemente tutto ciò che avviene in prossimità dell'imponente vulcano Popocatepetl ove sono solite apparire delle strane luci. 
La webcam ha catturato l'attimo in cui un lungo oggetto volante attraversa l'inquadratura per poi salire verso l'alto a fortissima velocità. 
Nel video pubblicato il 16 aprile 2017 da marte salas si può osservare una lunga scia luminosa che attraversa il campo visivo della webcam per poi scomparire nel buio del cielo notturno. Bisogna tenere conto che non è la prima volta che tali aste volanti vengono viste sfrecciare dinanzi all'instancabile occhio delle telecamere di sorveglianza il che potrebbe suggerire l'esistenza di un ambiente particolarmente ideale per la materializzazione di tali inafferrabili saette volanti.
© Fonte video:marte salas

Aiutaci anche tu a mantenere in vita questo Blog

Nessun commento :

Posta un commento