Un'altra strana scomparsa nel Triangolo delle Bermuda

Bermuda Triangle
Il Triangolo delle Bermuda è tornato a far parlare di sé rinnovando l'attenzione della stampa internazionale. Per quanto gli scienziati abbiano cercato di trovare una spiegazione logica e razionale alle numerose sparizioni, le navi e gli aerei continuano a smaterializzarsi nel nulla come se non fossero mai esistiti. Ora a scomparire dai tracciati radar in quel particolare tratto di mare è un piccolo aereo privato, un bimotore MU-2B mentre era volo a soli 60 chilometri a est dall'isola di Eleuterio. L'aereo era pilotato da un ingegnere meccanico e fondatore di Xootr, una ditta che produce biciclette pieghevoli e scooter, il quale era accompagnato a sua volta da Jennifer Blumin, fondatore di Skylight Group, una società che gestisce gli eventi mondani nella città di New York. 
L'aspetto drammatico della vicenda è che sull'aereo si trovavano anche i due figlioletti di Jennifer Blumin, per cui la prima cosa che potrebbe venire in mente è un dirottamento aereo perpetrato dai narcotrafficanti sudamericani con lo scopo di ottenere un lauto riscatto. 
Poco prima dell'improvvisa scomparsa, l'aereo si trovava ad una quota di circa 24.000 piedi e viaggiava ad una velocità di 300 nodi. Dopo aver perso il contatto con il velivolo, i controllori del traffico aereo di Miami hanno subito sospettato un'improvvisa avaria o incidente di volo visto che nella zona non erano state inoltrate segnalazioni di cattivo tempo. 
Ryan Kelly, il tenente comandante della locale Guardia Costiera degli Stati Uniti non è riuscito ancora a fornire una spiegazione sull'improvvisa perdita del segnale radio e quindi l'inspiegabile scomparsa dai tracciati radar del piccolo aereo che potrebbe essere precipitato da qualche parte nelle calde acque del cosiddetto triangolo maledetto. 
Non bisogna dimenticare che in quell'area sono scomparse inspiegabilmente nel nulla circa un migliaio di persone, probabilmente a causa delle forti anomalie magnetiche che in più di un'occasione avrebbero interferito con le strumentazioni di bordo dei natanti e degli aerei di piccole dimensioni. 
Alcuni suggeriscono che le eruzioni di metano sprigionate dal fondale marino potrebbero provocare l'affondamento delle navi e forti interferenze elettromagnetiche capaci di condizionare le strumentazioni di volo degli aerei. 
Altre teorie suggeriscono che le inspiegabili sparizioni potrebbero essere opera di una razza aliena tecnologicamente avanzata che oltre a svolazzare nello spazio esterno potrebbero aver trovato riparo negli abissi oceanici.

Commenti

  1. Gli alieni non possono essere.
    Hanno avuto tutto il tempo per conoscerci ............ .

    RispondiElimina

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...