NORAD. 2000 avvistamenti UFO solo negli ultimi cinque ann

Il rifiuto del NORAD nel voler rilasciare ulteriori dettagli sulle operazioni e quello che hanno visto volare nei cieli del Nord America continua ad essere fonte di accesi dibattiti all'interno della blogosfera ufologica.
Proprio per questo motivo, il ricercatore canadese Victor Viggiani ha depositato una richiesta affinché venissero condivise tutte quelle informazioni riservate in possesso del NORAD. Egli sostiene che i rappresentanti del NORAD gli avrebbero confidato che i "rapporti relativi a sconosciuti tracciati radar" sono stati classificati come segreti da non essere divulgati proprio per questioni di "sicurezza nazionale" e riservate attività di controspionaggio.
Ciò nonostante il NORAD ha risposto ad una richiesta inoltrata da un ricercatore canadese al quale veniva confermato che un'operazione congiunta americano-canadese ha permesso di rilevare elettronicamente quasi 2000 UFO e questo solo negli ultimi cinque anni. Ciò significa che ogni anno vengono avvistati nei cieli del Nord America circa 400 UFO .
Oltre a ciò, il NORAD ha rivelato che 75 di questi UFO sono stati intercettati dalle strumentazioni radar. Per Viggiani, sono tutte scuse le affermazioni rilasciate dal NORAD secondo il quale, una eventuale divulgazione potrebbe pregiudicare la sicurezza nazionale soprattutto se i militari canadesi e quegli degli Stati Uniti dovessero confermare i loro rilevamenti Ufo registrati sull'intero continente nordamericano. Mentre alcuni potrebbero sostenere che i rapporti UFO potrebbero non essere altro che delle intrusioni aeree di natura terrestre, Viggiani è convinto che i funzionari del NORAD sarebbero a conoscenza dell'arrivo sulla Terra di visitatori extraterrestri. 
Le numerose intercettazioni radar da parte dei funzionari delle varie compagnie aeree e dal NORAD hanno costretto le autorità a far decollare i loro caccia intercettori nel tentativo di agganciare ed identificare dei velivoli di fattura sconosciuta. Secondo alcune indiscrezioni, queste intrusioni si sarebbero verificate settantacinque volte solo negli ultimi cinque anni. 
Nonostante ciò, le organizzazioni militari continuano a vietare il rilascio di tali informazioni riservate molte delle quali si riferiscono al rilevamento radar di strani oggetti volanti non meglio identificati .

Commenti

  1. Da Matio B. Centro Ricerche- - post dal web:
    UFO: un milione di casi documentati dal 1947 ad oggi
    UFO: circa 500 i casi tuttora senza una spiegazione certa registrati in Italia dal Reparto Generale Sicurezza dell’Aeronautica Militare
    A cura di Filomena Fotia
    13 maggio 2017 - 16:10

    image: http://www.meteoweb.eu/wp-content/uploads/2013/12/UFO-SIGARIFORME-MONTE-S.-ANGELO-.jpg

    In 70 anni, dal 1947 che è considerato l’anno di nascita dell’ufologia ‘moderna’, sono un milione i casi di avvistamento documentati, 200mila dei quali di fonte istituzionale, compresi quelli della Royal Air Force britannica e del Kgb sovietico. Si contano poi oltre 12 mila dossier ufficiali dei militari statunitensi, più di 700 dei quali rimasti senza un’origine certa. Sono 1700, invece, i dossier agli atti dello stato francese raccolti dal 1977, il 28% dei quali resta ugualmente inspiegato. Circa 500 i casi tuttora senza una spiegazione certa registrati in Italia dal Reparto Generale Sicurezza dell’Aeronautica Militare, mentre il Cun, Centro Ufologico Nazionale, ha agli atti oltre 12 mila rapporti.
    Nessuno ormai osa più dire che il fenomeno non è reale. Anzi -rilevano dal Cun – perfino la Chiesa Cattolica ha significativamente tradotto nella sua lingua ufficiale, il latino, la sigla UFO (Unidentified Flying Objects, oggetti volanti non identificati): Res Inexplicatae Volans”. Se ne parla tra oggi e domani al 25° Simposio Mondiale sugli Ufo, annualmente organizzato dal Centro Ufologico Nazionale a San Marino fin dal 1993.
    L’organizzatore, il sociologo e giornalista aerospaziale Roberto Pinotti, presenterà il suo libro fotografico ‘Ufo: fra occhio e obiettivo’ (ed. Peruzzo), raccolta in oltre 400 pagine di più di 500 istantanee di oggetti volanti non identificati da tutto il mondo. Raccontate, analizzate, raffrontate. E’ la storia distaccata di un fenomeno visivo che dura da 7 decenni.
    Nei primi 50 anni (1947-1997) erano state raccolte circa 2000 fotografie, ma negli ultimi 20 anni, grazie alla foto digitale e ai telefonini diffusi a livello planetario, ne sono saltate fuori altre 8 mila, con una crescita numerica esponenziale. Già, ma quali sono quelle autentiche? Le falsificazioni accertate sia nei primi 50 anni che negli ultimi 20 restano in effetti nell’ordine del 10 per cento, mentre il resto documenta i casi che non trovano spiegazione logica o scientifica. (AdnKronos)
    A cura di Filomena Fotia
    16:10 13.05.17

    RispondiElimina

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...