lunedì 24 luglio 2017

Gli astronomi: "Nella via Lattea si nascondono miliardi di pianeti simili alla Terra!

 
L'utilizzo di recenti dati astronomici e considerando il fatto che ci sono quasi 500 miliardi di galassie nell'universo, questo porterebbe indurci a postulare straordinarie conclusioni del tipo:"Se esiste qualcosa come 50 sestilioni do pianeti che potrebbero ospitare delle forme di vita così come la conosciamo, allora quante di loro avrebbero la capacità di stabilire un qualsiasi tipo di contatto con gli abitanti della Terra?". Attualmente un team di scienziati giapponesi sta lavorando presso il Mont. John Observatory in Nuova Zelanda che in collaborazione con alcuni esperti del MOA si prefiggono di dare una risposta approssimativa su ciò che potrebbe nascondersi negli anfratti più remoti del nostro universo. 
E' estremamente bassa la probabilità di rilevare in prossimità di una stella dei micro oggetti gravitazionali in condizioni di luce pari a zero. 
Gli astronomi si sono avvalsi di innovative tecniche scientifiche per stabilire quanti potenziali pianeti simili alla Terra potrebbero nascondersi nella nostra galassia. L'Università di Auckland ora fornisce una stima di circa 100 miliardi di pianeti che potrebbero essere abitabili. La zona abitabile chiamata Goldilocks è considerata quella pia' idonea per ospitare un qualche tipo di forma di vita aliena, perché in essa vi sono tutte le condizioni ideali affinché' dei primordiali organismi potessero svilupparsi. 
Un tale ambiente potrebbe consentire all'acqua di scorrere in forma liquida.
La micro-attività gravitazionale non e' direttamente correlata con la gradazione luminosa delle stelle ma dalle distorsioni rilevate nelle quasar, le quali sono provocate dalla gravità di quei corpi celesti che si muovono di fronte a loro. 
Le Quasar emettono radiazioni elettromagnetiche e sono osservabili solo attraverso le onde radio, infrarossi, ultravioletti e raggi X. Tale rilevamento si verifica nel momento in cui un oggetto sufficiente grande transita dinanzi a una quasar che ne determinerebbe la deformazione della gravità al punto da provocare un considerevole aumento della sua radiazione ultravioletta facilmente osservabile dalla Terra.

Nessun commento :

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.