sabato 8 luglio 2017

Gli scienziati non escludono l'esistenza nella via Lattea di una civiltà aliena molto avanzata

Una recente ricerca indica che se sono estremamente basse le probabilità di rilevare forme di vita intelligenti su pianeti abitabili non vuol dire per forza di cose che la vita sulla Terra sia l'unica ad essersi evoluta ad uno stadio avanzato rappresentando un'eccezione Cosmica .
A sostenerlo sono gli scienziati americani Luis A. Anchordoqui, Susanna Weber e Jorge F. Soriano i quali hanno dimostrato la possibilità che nella via Lattea potrebbe nascondersi una civiltà aliena in grado di comunicare con gli esseri umani. Secondo un articolo pubblicato sul sito dell'Università degli Studi di Cornell i loro calcoli elaborati su scala galattica sembrano indicare l'esistenza di almeno una civiltà extraterrestre dotata dei mezzi necessari per poter instaurare una sorta di comunicazione con gli abitanti della Terra.
Inoltre, gli scienziati hanno confrontato il numero di pianeti sui quali potrebbero essersi sviluppate civiltà avanzate in grado di stabilire un contatto con i terrestri. Inoltre, gli esperti hanno considerato l'elevato numero di corpi celesti potenzialmente abitabili i quali orbiterebbero attorno alla loro stella in modo analogo alla Terra. Gli esperti hanno basato la loro ricerca sulla contestata formula di Drake, al fine di stimare il numero di civiltà aliene che potrebbero nascondersi nella nostra galassia . In questo caso, sarebbero particolarmente alte le probabilità che tali civiltà siamo dotate di una tecnologia che potrebbe permettere loro di intercettare o trasmettere forti segnali radio.
Gli scienziati hanno spiegato che se le probabilità di individuare delle civiltà aliene nella Via Lattea dovesse risultare del 0,5% rispetto al numero totale di civiltà che potrebbero effettivamente esistere nell'Universo, allora la questione complica notevolmente la ricerca condotta sui nostri vicini cosmici.
Tuttavia, gli scienziati fanno notare che le potenti esplosioni di raggi gamma potrebbero mettere in pericolo la stessa esistenza di ipotetiche forme di vita aliena.Gli indizi che potrebbero portare alla scoperta di altre civiltà nell'universo, secondo i calcoli di Soriano e i suoi colleghi, potranno emergere solo quando gli scienziati saranno in grado di scoprire i tanto teorizzati  pianeti “gemelli” della Terra.

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.