venerdì 21 luglio 2017

I vortici terrestri potrebbero generare portali per altri universi paralleli

Qual è la connessione tra le anomalie magnetiche rilevate nel Sud Atlantico e i buchi neri? Per anomalia dell'Atlantico Meridionale (SAA) si intende quell'area in cui la cintura radiale di Van Allen tende ad avvicinarsi ulteriormente alla superficie terrestre.
Questo comporta, in questa particolare regione della Terra, un sensibile aumento del flusso di particelle energetiche ed espone i satelliti in orbita ad alti livelli di radiazioni. Tale effetto è determinato dalla non concentricità della Terra e dal suo dipolo magnetico. Questo fa si' che nell'atlantico meridionale il campo magnetico tende a indebolirsi sempre di piu'.
L'Anomalia dell'Atlantico del Sud è di grande importanza per i satelliti astronomici e per altri veicoli spaziali che orbitano intorno alla Terra a diverse centinaia di chilometri di altitudine. Queste orbite non impediscono ai satelliti di esporsi a forti radiazioni provocate dai protoni intrappolati nella cintura interna di Van Allen. Una delle caratteristiche cruciali di questi corpi rotanti, protoni, è che possono essere considerati come isole coerenti all'interno di un flusso incoerente. In quanto tali, essi sono essenzialmente indipendenti dal loro ambiente e circondati da una barriera apparentemente impenetrabile. 
Questo ha importanti implicazioni per lo studio dei fluidi e l'identificazione dei vortici, che sono altrimenti difficili da definire e individuare.
Un buco nero è quell'anomalia  dello spazio in cui la gravità è talmente forte da attirare a se è intrappolare anche la luce. La forte gravità è dovuta alla compressione della materia che in questo modo viene intrappolata all'interno di un piccolo spazio. Ciò si verifica nel momento in cui collassa una stella .
Come descritto nell'articolo di Technology Review questi vortici possono formarsi in acque particolarmente turbolenti per cui è un fenomeno abbastanza comune sulla Terra. I ricercatori Haller e Beron-Vera hanno analizzato la somiglianza dei buchi neri con i vortici terrestri. 
Su un piano formale il comportamento dei vortici nei turbolenti fluidi come l'acqua è regolato dalla stessa matematica che governa il dinamismo dei buchi neri.In questo quadro, la cintura che viene a crearsi attorno a un vortice terrestre è esattamente analoga a quella della sfera fotonica attorno a un buco nero.

Nessun commento :

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.