Il Vesuvio sovrastato da una terrificante nuvola di fumo

L'immagine di cui sopra dimostra quanto sia ingannevole e suggestiva la pareidolia che spesso ci fa vedere cose inesistenti perché erroneamente interpretate dal nostro cervello già' sovraccarico di pensieri ed emozioni più' o meno piacevoli .
Effetti ottici a parte il vulcano Vesuvio sembra non aver apprezzato i numerosi incendi appiccati la scorsa settimana da qualche piromane e che vaste aree boschive aggrappate lungo le sue pendici siano andate distrutte assieme ad alcune zone rurali dell'entroterra napoletano . 
L'immagine mostra quello che sembra un terrificante teschio che dall'alto del cratere sembra osservare con disappunto tutto ciò che avviene nei paraggi. L'inquietante foto è stata scattata da Albarosa Scotto Di Minico il quale ha affermato che lo strano teschio è apparso nel momento in cui gli incendi hanno costretto gran parte della popolazione locale ad abbandonare le rispettive abitazioni creando loro malgrado una sorta di esodo di massa come quello avvenuto migliaia di anni fa quando le città' di Ercolano e Pompei furono completamente ricoperte di cenere incandescente. 
Anche la città di Torre del Greco è stata sfiorata pericolosamente dalle fiamme alimentate da un forte e caldo vento proveniente dal nordafrica. I numerosi incendi hanno costretto le Autorità ad evacuare i numerosi turisti e i residenti dell'entroterra che hanno dovuto fronteggiare situazioni particolarmente critiche nonostante l'immediato intervento dei mezzi antincendio e della Protezione Civile vistasi costretta a transennare l'intero Parco Nazionale del Vesuvio.

Commenti