sabato 29 luglio 2017

Lo scarso interesse dell'opinione pubblica per i controversi file britannici

Il moderno fenomeno UFO è iniziato subito dopo la seconda guerra mondiale, epoca in cui la scomoda questione è stata affrontata all'insegna della segretezza militare.
Nonostante ciò, grandi sforzi sono stati fatti per cercare di spiegare l'inspiegabile. Secondo il prestigioso tabloid britannico The Sun un gran numero di nastri, tracciati radar e trascrizioni vocali sono stati analizzati da particolari squadre investigative composte essenzialmente da ufficiali d'alto rango e dagli immancabili agenti dei servizi segreti.
Relazioni scritte circa gli incontri ravvicinati tra aerei militari e oggetti non meglio identificati abbondano in tutta la letteratura ufologica, oltre ad essere stati riportati con novizia di particolari in numerosi documenti governativi di diversi paesi. Tra questi, il Regno Unito ha una lunga tradizione di strani incontri aerei tra cui uno strano evento avvenuto nel 1956 a Lakenheath-Bentwaters, da non confondere con l'incidente della foresta di Rendlesham. 
A parte i rapporti stessi, molte altre considerazioni sono state fatte su ciò che rappresentano queste strane intrusioni aeree. Contestualmente ad una narrativa Ufo sempre più diffusa, le interpretazioni degli scettici continuano a propendere per l'errata identificazione di fenomeni naturali e segrete operazioni militari. 
Per gli scettici tutto è accettabile fuorché l'arrivo sulla Terra di visitatori extraterrestri. Nelle ultime settimane, la pubblicazione di una serie di documenti britannici non ha fatto altro che innescare una serie speculazioni su quanto effettivamente contenuto da queste relazioni classificate e memorizzate in file digitali. Come spiegare lo scarso interesse dimostrato dall'opinione pubblica? Forse il fenomeno UFO è destinato a finire nel dimenticatoio? 
L'indifferenza della gente potrebbe essere motivata dalle recenti pubblicazioni rilasciate dal Ministero della Difesa Britannico (MOD)? 
Eppure tali file sono disponibili in formato digitale per cui risulta estremamente facile reperirli in rete attraverso il noto motore di ricerca offerto da Google. 
Fortunatamente, le agenzie di stampa del Regno Unito hanno dedicato ampio spazio alle recenti declassificazioni del MOD, e ciò avrebbe insospettito i lettori britannici che vedono in tutto questo una diabolica campagna di disinformazione abilmente orchestrata da alcune agenzie governative e organi d'informazione. 

1 commento :

  1. Un Interesse inversamente proporzionale alla copertura di cover Up...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.