Sonda della NASA potrebbe svelare il mistero della gigantesca macchia rossa di Giove

La NASA starebbe completando i preparativi per avviare un'indagine approfondita della gigantesca "macchia rossa" che fa di Giove un pianeta unico nel suo genere . Scott Bolton, ricercatore principale del Southwest Research Institute di San Antonio, ha detto: "La misteriosa macchia rossa è probabilmente la caratteristica più bizzarra di Giove.Da millenni una tempesta monumentale sta imperversando sul pianeta più grande del sistema solare ." 
"Ora, la sonda Giuno e i suoi strumenti scientifici potranno avvicinarsi ulteriormente al gigante gassoso in modo da studiare meglio le origini di questa tempesta colossale, e aiutarci a capire come funziona e ciò che la rende così speciale."Rick Nybakken, responsabile del progetto Juno per conto del Jet Propulsion Laboratory della NASA di Pasadena, in California, ha detto:
"Ogni nuova orbita della sonda ci permette di avvicinarci sempre più al cuore della cintura di radiazioni di Giove, anche se finora il veicolo spaziale ha resistito oltre misura alle forti tempeste di elettroni che circondano l'intero pianeta ."
Il lancio della sonda Juno risale al 5 agosto 2011, quando da Cape Canaveral si diede il via a una lunga missione esplorativa del gigante gassoso durante la quale,la sonda Juno ha sorvolato la parte superiore dello strato di nubi del pianeta raggiungendo una quota di circa 3.400 chilometri. 
Nel corso di questo sorvolo, la sonda  è riuscita a sondare sotto la fitta, coltre di nubi che oscurano Giove e studiare le sue aurore in modo da conoscere meglio le origini del pianeta, la struttura, l'atmosfera e la magnetosfera. I risultati scientifici della missione Juno della NASA ritraggono il più grande pianeta del nostro sistema solare come un mondo turbolento, con una struttura complessa e intrigante , con le sue spettacolari aurore e cicloni polari.

Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...