lunedì 2 ottobre 2017

È questo il vero alieno di Roswell?


Ray Santilli amministratore delegato dell'Orbital Media Group afferma che il famoso video dell'autopsia aliena è stato stato prodotto all'interno di un appartamento nel nord di Londra, distante migliaia di chilometri da quelli che molti ritenevano essere una base segreta degli Stati Uniti dove, secondo la leggenda, si sarebbero verificati dei macabri squartamenti di creature aliene.
Egli ha spiegato come l''alieno sezionato che appare in un filmato di 17 minuti e visionato da milioni di persone in tutto il mondo, sia stato creato da uno scultore di nome John Humphreys, un esperto in effetti speciali.  
Il Dr. Who.Melaris afferma che i camici e le attrezzature mediche dei chirurghi degli anni '40 sarebbero stati forniti da alcuni esperti in scenografie cinematografiche del Regno Unito e degli Stati Uniti. Inoltre, i due patologi che nel video sembrano sezionare il povero alieno non erano altro che il fratello e la fidanzata di quest'ultimo. Per rendere più realistica l'autopsia, i due burloni si sarebbero avvalsi degli organi prelevati da una mucca e di quel poco che era rimasto di un agnello gentilmente fornito da un macellaio di loro fiducia mentre il cervello non era altro che della marmellata di lamponi miscelata con altre sostanze gelatinose. 
Ora, un nuovo video sta circolando in rete i cui autori affermano essere quello autentico e non la famosa burla cinematografica orchestrata a suo tempo dai due buontemponi. 
Lo scadente filmato che sarebbe stato girato negli anni '40, mostra dei militari statunitensi che sembrano trasportare uno strano umanoide. Il video è stato condiviso in rete lo scorso 13 gennaio, e precisamente dal sito web All News Pipeline, il cui titolo è tutto un programma: 
"È questo il vero filmato dell'alieno di Roswell?". 
Secondo gli autori del sito, la rivista australiana New Zeland UNCENSORED avrebbe affermato che il video potrebbe essere quello autentico visto che i tecnici non sarebbero riusciti a rilevare manomissioni e incongruenze ambientali. 
Dopo aver esaminato fotogramma per fotogramma, gli esperti sono riusciti ad estrapolare alcune immagini del presunto alieno, una delle quali appare agli inizi di questo post disinformativo. 
A questo punto possiamo solo affermare che nonostante lo smascheramento della famosa burla aliena, qualcuno, ha voluto crearne un'altra ancor peggiore, probabilmente, per disorientare le convinzioni finora sostenute dagli appassionati di questioni extraterrestri.

Nessun commento:

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.