domenica 28 gennaio 2018

Un misterioso pianeta visto transitare dinanzi alla sfera solare

Nel 1983, quello che per molti era il fantomatico Pianeta X è stato ufficialmente avvistato dall'IRAS (Infrared Astronomical Satellite), e da allora è subentrata subito la censura da parte della comunità astronomica.
Calcoli recenti da parte del Naval Observatory degli Stati Uniti hanno confermato una strana perturbazione orbitale tra Urano e Nettuno e che Thomas C. Van Flandern, un astronomo del sopracitato osservatorio, sostiene che potrebbe essere spiegato come l'influenza diretta di un gigantesco corpo celeste.
Ma che fine ha fatto il tanto temuto Nibiru? 
Nel mese di giugno 1996, Rudy Schild del Centro di Astrofisica presso l'Harvard-Smithsonian di Cambridge, nel Massachusetts, ha pubblicato una serie di dati osservazionali accumulati in 10 anni che sembravano dimostrare che i pianeti pericolosi non solo potrebbero essere dimostrabilmente reali, ma potrebbero essere onnipresenti.  Allo stesso tempo, gli ufologi sono sicuri che ciò che appare nella foto di cui sopra altro non è che il pianeta fantasma, meglio conosciuto come Nibiru, che a nostra insaputa potrebbe essere già entrato nel nostro sistema solare. Ciò significa che la fine della vita sul nostro pianeta è molto vicina? I teorici della cospirazione per lungo tempo non hanno fatto altro che metterci in guardia su un devastante impatto con il misterioso pianeta X. La strana sagoma scura è stata immortalata dall'Osservatorio spaziale della NASA mentre cercava di ottenere delle immagini del sole nello spettro ultravioletto. In quell'occasione, un misterioso corpo celeste apparve inaspettatamente oscurandone parzialmente la visuale. 
Secondo alcuni dati ufficiali, l'oggetto si sarebbe reso visibile per circa quaranta minuti, un lasso di tempo troppo breve per essere associato al transito della Luna. Inoltre, la NASA ha pubblicato sul suo sito web un video in cui è ben visibile una strana sfera scura. Proprio per le sue notevoli dimensioni, alcuni astronomi sono convinti che non poteva trattarsi della silhouette scura del nostro satellite naturale . Molto probabilmente, quella strana presenza scura era qualcos'altro a noi ancora sconosciuto. Inoltre, gli scienziati non avrebbero mai puntato il telescopio verso il Sole sapendo che da lì a breve sarebbe stato attraversato dalla sagoma lunare. Allora, se non era la Luna cos'altro avrebbe potuto essere? Un satellite artificiale lanciato in gran segreto da qualche agenzia spaziale terrestre? 

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.