giovedì 22 febbraio 2018

Fino a che punto potrebbero essere avanzati?



Michio Kaku, presidente della Henry Semat e professore di fisica teoretica al City College di New York ha voluto riportare un suo incontro personale con il defunto Carl Sagan al quale gli fece la seguente domanda: "Che cosa significa per una civiltà avere un milione di anni?
Solo pochi decenni fa siamo riusciti a sviluppare avanzati radiotelescopi e razzi vettori, per cui la tecnologia della nostra civiltà la possiamo collocare in un lasso di tempo di poche centinaia di anni.
Ciò implica che una civiltà extraterrestrre molto più avanzata della nostra di diversi milioni di anni potrebbe essersi sviluppata da qualche parte parte là fuori al punto che potremmo essere paragonati a un rozzo Macaco in grado di armeggiare i suoi rudimentali strumenti senza i quali non potrebbe procacciarsi del cibo. Sebbene ogni congettura intorno a tali civiltà avanzate sia pura speculazione, possiamo ancora prendere spunto dalle universali leggi della fisica per stabilire i limiti superiori o inferiori di queste ipotetiche civiltà extraterrestri. 
Soprattutto ora che siamo riusciti a comprendere le leggi della fisica e dei campi quantistici, della relatività generale e infine della termodinamica. 
Esse sono abbastanza ben stabilite, anche se la fisica impone dei limiti fisici affinché potessimo definire e vincolare meglio i parametri di queste civiltà. Questa domanda non è più solo una questione di speculazione. L'umanità potrebbe presto affrontare uno choc esistenziale nel sapere che alla nostra attuale lista composta da una dozzina di pianeti extrasolari delle dimensioni di Giove potremmo aggiungere presto altre centinaia di pianeti delle dimensioni della Terra. 
Ciò potrebbe aprire la strada a una nuova era nel nostro rapporto con l'universo visto che non potremmo vedere più il cielo notturno come abbiamo fin'ora, realizzando che gli scienziati dovrebbero compilare un'enciclopedia in grado di identificare le coordinate precise di altre centinaia di pianeti simili alla Terra. 
Quasi ogni settimana vengono fornite informazioni sulla possibile scoperta di un nuovo pianeta extra-solare delle dimensioni di Giove, l'ultimo dei quali si trova a circa 15 anni luce, in orbita attorno alla stella Gliese 876. 
Il più spettacolare di questi risultati è stato fotografato dallo Hubble Space Telescope, che ha catturato le foto di un pianeta, situato a 450 anni luce di distanza dalla Terra e inserito in un sistema a doppia stella. 
Ma il meglio deve ancora venire. 
All'inizio del prossimo decennio, gli scienziati lanceranno un nuovo tipo di telescopio, l'Interferome Experimental Space Telescope, che utilizza l'interferenza dei raggi luminosi per migliorare il potere risolutivo dei telescopi. 
Ad esempio, la Space Interferometry Mission (SIM), che verrà lanciata all'inizio del prossimo decennio, è composta da diversi telescopi disposti lungo una struttura di 9 metri. 
Con una risoluzione senza precedenti che si avvicina ai limiti fisici dell'ottica, la SIM è così sensibile da sfidare quasi ogni nostra comprensione visto che nell'orbitare attorno alla Terra, può rilevare il movimento di una lanterna agitata da un astronauta situato su Marte! 
La SIM, a sua volta, aprirà la strada al Terrestrial Planet Finder, che sarà lanciato alla fine del prossimo decennio, e che dovrebbe identificare anche altri pianeti simili alla Terra. 
Le sue lenti scruteranno le migliaia di stelle tra le più luminose situate entro 50 anni luce dalla Terra dopo di ché concentrerà la sua attenzione sui 50-100 sistemi solari più brillanti. 
Tutto questo, a sua volta, stimolerà uno sforzo attivo per determinare se qualcuno di loro possa rappresentare la culla di una qualche forma di vita aliena, e forse civiltà più avanzate della nostra. Sebbene sia impossibile prevedere le caratteristiche precise di ipotetiche civiltà avanzate, i loro habitat possono essere analizzati ricorrendo alle leggi della fisica. Non importa quanti milioni di anni ci separano da loro visto che anche questi pianeti devono obbedire alle stesse leggi della fisica, grazie alle quali possiamo spiegare quasi tutto, dalle particelle subatomiche fino a alla struttura su larga scala dell'intero universo.

1 commento:

  1. Dal Centro Ricerche######

    Fino a che punto potrebbero essere avanzati? Al di la' di ogni immaginazione!Anche una civilta aliena che fosse avanti di 5000 anni, disporrebbe di possibilita' tecniche e scientifiche inpensabili per la Terra. Ma valutare le cose solo dal punto di vista tecnologico non e' corretto, poiche' potrebbero essere molto avanzati socialmente, spiritualmente e con facolta' paranormali elevate. Misurare il tutto solo con il metro scientifico o tecnologico e' sbagliato. Centro Ricerche#####



    RispondiElimina

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.