giovedì 22 febbraio 2018

Gli strani Umanoidi volanti della Malesia

Mothman
"Aveva enormi ali, simili a quelle di un pipistrello, ma molto più grandi. Era estremamente sottile ed ossuto mentre gli occhi erano simili a quelli umani, anche se brillavano di un colore rosso acceso". Questa è solo una delle tante testimonianze rese in occasione di una serie di strani incontri avvenuti con delle arcane figure alate che sono entrate a far parte del folklore popolare anglosassone con il termine Mothman o uomo falena. Questi non sono gli unici strani esseri dall'aspetto antropomorfo ad essere stati avvistati in Asia, dove sono stati redatti una miriade di rapporti che dettagliano una pletora di apparizioni di strane creature che sembrano sfidare la comprensione convenzionale e spingersi oltre ogni comprensibile ragione. Anche il ​​Giappone sembra non essere immune da questo tipo di avvistamenti di bizzarre creature alate simili ai terrificanti umanoidi incontrati nel mese di settembre 2015 nelle isolate campagne della Malesia e nell'area urbana di Singapore.
Molti di questi inquietanti incontri sono stati meglio resocontati sul sito Cryptozoology News.
In uno di questi rapporti, viene ricostruita la vicenda che ha coinvolto una giovane giornalista freelance di nome Lea Foo la quale  riferi' di essersi imbattuta con un essere spaventoso mentre era in visita a una casa abbandonata situata nella periferia di Kuala Lumpur, in una zona residenziale della città. La giornalista dichiaro' di essersi inoltrata all'interno dell'abitazione disabitata con lo scopo di condurre una serie di ricerche che avrebbero dovuto avvalorare l'esistenza dei cosiddetti fantasmi così come riportato da una locale rivista sul paranormale. 
Ciò che avrebbe visto la testimone era qualcosa di molto più terrificante di un fantasma. L'incontro con una strana creatura si sarebbe verificato mentre la giornalista percorreva uno degli angusti corridoi situati all'interno della spettrale casa in rovina. Facendosi largo con una torcia tra le fitte ragnatele e spessi strati di polvere, la giornalista sentì un fruscio che sembrò provenire da una delle camere abbandonate. 
Dopo essere entrata all'interno della scura stanza da dove sembravano propagarsi i misteriosi rumori la giornalista si accorse della presenza di una creatura terrificante munita di due grandi occhi rossi che sembravano fissarla dal fitto buio della camera. Qualunque cosa fosse quella cosa, il suo aspetto ricordava quello di uno strano umanoide ricoperto da una pelle coriacea e munito di grandi ali il quale sembrava fissare la testimone dall'alto verso il basso come se i suoi piedi non poggiassero sul pavimento. 
Dalle spalle ricurve si estendevano due grandi ali simili a quelle di un pipistrello.Abbagliato dalla luce emessa dalla torcia elettrica, il terrificante umanoide scomparve nel buio della casa emettendo un grido lancinante che fece rabbrividire la giornalista.La creatura aveva una forte somiglianza con altri esseri dall'aspetto simile a quello avvistati qualche giorno prima nella vicina Singapore. 
Questa è una delle tante storie che dalla fine del 800 continuano a circolare tra la gente superstiziosa che vede in queste spaventose creature la manifestazione di timide ed oscure Entità ultraterrene giunte sulla Terra da chissà quale dimensione. Alcuni esperti di questioni paranormali sostengono che la loro materializzazione preannuncia di solito l'approssimarsi di gravi sciagure e quindi il loro intervento deve essere inteso come una sorta di avvertimento.

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.