mercoledì 7 febbraio 2018

I pericoli rappresentati da un contatto ufficiale con visitatori d'altri mondi

Quale potrebbe essere la nostra reazione qualora venissimo a conoscenza dell'esistenza di Esseri Superiori il cui sviluppo tecnologico è lontano da noi migliaia se non milioni di anni?
Come potremmo proteggerci da loro ma soprattutto come combatterli con le nostre attuali conoscenze? La logica dovrebbe suggerirci che un eventuale contatto extraterrestre potrebbe essere paragonato a una tribù del Neolitico decisa ad affrontare "ingenuamente" un moderno esercito di super soldati.
Chi saranno i veri pionieri di un cambiamento planetario che prima o poi e' destinato a realizzersi? 
Molti terrestri di chiedono: perché non ora? Per la semplice ragione, che l'intero pianeta si muove all'interno di una "filosofia dettata dal puro materialismo e dal potere" in cui viene sistematicamente instillata l'idea che "ottenere la ricchezza é l'unico modo per essere felici ovviamente a vantaggio di coloro che la possiedono" e a scapito del resto dell'umanità, quella povera. 
In un'intervista del Progetto Camelot Bob Dean espone chiaramente la sua versione dei fatti riguardanti la realtà extraterrestre e il suo rapporto con la nostra civiltà. Dal suo punto di vista, e alla reverenda età di 80 anni, egli condivide con noi ciò che ha vissuto durante la sua esperienza militare quando era un sergente maggiore dell'esercito degli Stati Uniti. 
Egli è ben noto nella comunità ufologia, dopo aver riconosciuto di aver esaminato alcuni dettagliati documenti relativi all'attività extraterrestre sulla Terra. L'ex sergente ha partecipato a numerose trasmissioni Radio, documentari e conferenze durante le quali ha voluto affrontare l'argomento di UFO e la vita extraterrestre. Robert Dean a 81, ha confermato di aver avuto accesso a molti documenti classificati come segreti, rilasciati dalle più alte autorità della NATO, quando era di stanza in Europa ove riuscì ad accedere al rapporto ""The Evaluation"", creato nel 1961 e pubblicato nel 1964 con il nome "Cosmic Top Secret". Bob conferma che gli Stati Uniti sarebbero in possesso di tecnologie extraterrestri tra cui:
- Energia libera (e gratuita) - Tecnologia anti-gravità 
- Tecnologia per i voli iper-luminosi o iper-luminali (oltre la velocità della luce) 
- Conoscenze scientifiche che vanno ben al di là di ciò che possiamo pensare o immaginare, visto che questa tecnologia ci è stata fornita apertamente e volontariamente da due razze extraterrestri che vivono tra noi. 
-Gli esseri umani avrebbero operato su Marte per decenni. 
In breve, l'idea di proteggerci dagli alieni è estremamente stupida e manipolativa. Ciò implica che prima o poi potremmo essere attaccati dagli alieni, quando loro, i militari, saranno perfettamente consapevoli che qualcuno ha interferito con il genere umano e quando verranno a conoscenza che queste stesse creature sono intenzionate a controllare le attività del genere umano. 
I militari sanno anche che gli unici alieni che possono affrontarci sono proprio quelli con cui hanno concordato patti segreti e precisamente quelli ostili. 
Quindi, quant'altro dobbiamo aspettare prima che qualche extraterrestre si decida a fare un passo avanti e prendere l'iniziativa per un primo e definitivo contatto ultraterreno?

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.