mercoledì 14 febbraio 2018

La verità non è là fuori ma qui sulla Terra.

The truth is out there

"A volte penso che il mondo stia andando all'inferno e noi siamo le uniche due persone che possono salvarlo", disse Scully, stesa tra le braccia dell’agente speciale Fox Mulder. Per la maggior parte degli appassionati della famosa saga X-Files, i titoli di testa rispecchiano appieno il famoso slogan "La verità è là fuori" come se la stessa scenografia cinematografica fosse il risultato di un'abile montatura destinata a confondere le idee della gente. 
Tali slogan sono diventati la norma, con la tradizionale tagline che appare solo di fronte a due episodi della serie iniziale di sei puntate. 
Forse perché la verità ha perso la sua importanza nei titoli di coda, così come sembra aver perso ogni significato nel mondo reale. 
La decima stagione di X-Files si è conclusa nel febbraio 2016, alcuni mesi prima che Donald Trump diventasse il candidato repubblicano alla presidenza, inaugurando una nuova era di politica post-verità
Per l'undicesima stagione, che è iniziata nel 2018, la serie Tv ha voluto dirottare la sua attenzione in modo appropriato, immergendosi più profondamente nel commento politico. 
Nella stagione 10, Joel McHale interpretava Tad O'Malley, un teorico conservatore e cospirazionista le cui pretese selvagge erano occasionalmente giuste. Non si spiega perché Tad O'Malley, è scomparso tra una stagione e l'altra come se dietro a tutto ciò di nascondesse lo zampino di Trump. 
Invece, l'undicesima stagione si apre con il montaggio di materiale di repertorio accompagnato da una voce fuori campo della serie big bad Smoking Man (William B. Davis) che giustifica la sua decisione di porre fine all'umanità. 
Il video dell'inaugurazione di Trump taglia direttamente il filmato di Vladimir Putin nel momento in cui afferma di voler condividere ciò che sa veramente sugli alieni. Mentre gli americani votavano, i membri del KKK (gli incappucciati razzisti sostenitori della razza bianca) e la polizia attaccavano violentemente i manifestanti del Black Lives, proprio quando il CSM rifletteva sull'illusione del libero arbitrio e della natura autodistruttiva dell'umanità.
"La verità è molto fluida e mutevole", viene commentato più avanti in un episodio degli X Files. Il famoso poster fu creato appositamente per l'intramontabile serie Tv, e fu ricavato da una delle numerose foto scattate in Germania da Edward Meier, sedicente contattista che negli anni ’70 ebbe dei presunti incontri con i cosiddetti “Pleiadiani“, razza extraterrestre proveniente appunto dal sistema stellare recante il nome di Pleiadi situato nell'ammasso stellare del Toro, a 440 anni luce dalla Terra.

1 commento:

  1. Dal Centro Ricerche######.
    noi abbiamo un' altro slogan che dice: la verita' non si compra ne' si vende!
    concordiamo cumunque sul fatto che la verita' non e' la fuori ma sul pianeta T-
    erra stesso. Possiamo anche saperla, in buona parte dagli Et che sono qui' in segreto da tempo! Meglio sapere, perche' non sapere e' sempre una debolezza! Centro Ricerche######

    RispondiElimina

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.