martedì 6 febbraio 2018

Le assurde spiegazioni rilasciate dal SETI

James McGaha
Chi potrebbe mai sospettare che la scienza, quella ufficialmente riconosciuta, stia cercando di demonizzare ciò che è stato reso pubblico in materia di avvistamenti UFO? Secondo il sito web express.co.uk, in un podcast radiofonico del Big Picture Science Skeptic Check, prodotto presso il SETI Institute (sì, quell'istituto che sostiene di essere alla ricerca di vita extraterrestre), un gruppo di "esperti" afferma di essere venuto in possesso di un interessante filmato che è stato recentemente pubblicato proprio dai vertici del Pentagono. 
James McGaha, un pilota dell'aeronautica militare in pensione, astronomo e direttore del Grasslands Observatory, afferma di essere poco convinto che il video sia tutt'altro che una prova esaustiva. Secondo l'articolo, McGaha ha così dichiarato:
"Le persone vedono ciò che vogliono vedere. Se non sei allenato a sapere cosa stai veramente guardando, il tuo cervello cercherà di riempire gli spazi vuoti" . McGaha continua a propinare altre sciocchezze che diventano sempre più ridicole di quelle precedenti secondo le quali gli UFO avvistati dai piloti militari erano in realtà il pianeta Venere, o semplicemente dei gas di palude. 
McGaha ha inoltre aggiunto che i piloti non sono osservatori su particolarmente addestrati per comprendere in modo oggettivo alcuni fenomeni astronomici. 
Per quanto riguarda le assurdità pronunciate da McGaha, si può solo replicare in questo modo. Perché un astronomo con un curriculum leggermente superiore di quello di McGaha, Clyde Tombaugh (il ragazzo che ha scoperto Plutone), ha ammesso di aver visto gli UFO? 
Egli ha anche aggiunto quanto segue: 
"Penso che la maggioranza degli scienziati non sia particolarmente preparata soprattutto  quando si rifiutano di considerare a priori la possibile esistenza di altre forme di vita aliena". Gli ufologi hanno consigliato a MacGaha, di rimuovere il copriobiettivo dal suo vecchio telescopio perché solo così potrebbe funzionare meglio, consentendogli di guardare ben oltre la punta del suo naso .

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.