martedì 6 febbraio 2018

Nuova Zelanda. La messa in orbita di una sfera altamente riflettente

Rocket LabQuesta non è la prima volta che uno specchio circolare è stato lanciato nello spazio esclusivamente per le sue proprietà altamente riflettenti. Già negli anni 90, attraverso il progetto russo Znamya, furono messi in orbita una serie di riflettori spaziali.
In un altro tentativo russo, lo scorso anno, è stato rilasciato nell'orbita terrestre un piccolo satellite progettato per dispiegare un riflettore piramidale, anche se inizialmente il progetto sembrò fallire. 
L'artista americano Trevor Paglen sta attualmente lavorando su una futuristica scultura spaziale che potrebbe prendere la forma di un gigantesco pallone simile a un diamante il cui scopo e' quello di rendersi visibile ad occhio nudo dalla Terra. Simile ad una gigantesca "palla da discoteca", l'oggetto dovrebbe essere visibile ad occhio nudo mentre attraversa il cielo crepuscolare. 
Ora, l'oggetto riflettente è stato soppiantato dalla start-up americana Rocket Lab, i cui booster elettronici funzionano da una base artica. La compagnia ha riferito che la sua "Stella dell'umanità" è stato un tentativo di creare un'esperienza unica nel suo genere da condividere con tutti gli abitanti del Pianeta Terra. The Humanity Star è una sfera geodetica costruita in fibra di carbonio munita di 65 pannelli altamente riflettenti. 
Orbitando attorno alla Terra ogni 90 minuti, dovrebbe risultare estremamente visibile nel cielo buio soprattutto quando il sole nascente risplenderà' da sotto l'orizzonte in modo che da illuminare l'intera superficie della palla rotante.
Queste sono le stesse condizioni osservative che ci permettono di osservare la Stazione Spaziale Internazionale quando si trova ad orbitare sopra la nostra testa. "Non importa dove vi troviate sulla Terra, chiunque sarà in grado di vedere la stella dell'umanità nel cielo notturno", ha dichiarato il CEO di Rocket Lab, Peter Beck. "La mia speranza è che tutti quelli che avranno modo di quadrare la stella artificiale oltre la vasta distesa dell'universo, inizieranno a pensare in modo diverso sui loro stili di vita, azioni e ciò che è importante per la salvaguardia dell'umanità".

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.