lunedì 19 febbraio 2018

Quale sarà la nostra reazione qualora dovessimo incontrare un alieno?

close-encounters-aliens
Contrariamente alla credenza popolare, qualora sulla Terra dovessero sbarcare degli alieni, è molto più probabile che le persone li accolgano pacificamente piuttosto che venire prese dal panico. Questo è quanto è emerso da un recente studio condotto da alcuni scienziati americani. L'eroe di Herbert Wells nel romanzo di fantascienza War of the Worlds descrive la sua reazione ad una ipotetica invasione di marziani: 
"La paura che ho percepito non era la paura razionale, ma l'orrore del panico". Nonostante le inquietanti immagini profuse dai numerosi film di fantascienza in cui l'umanità si vede costretta ad incontrare esseri extraterrestri, nella vita reale, le persone di strada molto probabilmente saranno disposte ad accogliergli a braccia aperte magari offrendo loro della vera pizza napoletana e un bel boccale di birra. Per studiare la reazione del grande pubblico ad una eventuale invasione aliena, Varnum e i suoi colleghi hanno analizzato alcuni materiali multimediali che testimoniano in modo puramente immaginario l'esistenza di ipotetiche forme di vita extraterrestre. 
Tra questi, spicca la dichiarazione della NASA sulla possibilità di scoprire presto una qualche forma di vita microbiologica suoi meteoriti marziani ma soprattutto dai risultati ottenuti dall'ultimo studio condotto sulla stella Tabbi situata nella costellazione del Cigno a 1480 anni luce dal Sole. 
Gli anomali cambiamenti rilevati sulla luminosità della stella hanno permesso agli scienziati di avanzare l'ipotesi dell'esistenza di una civiltà aliena altamente sviluppata. Inoltre, gli scienziati hanno analizzato le risposte di 500 partecipanti a un sondaggio online. I risultati hanno dimostrato che nella maggior parte dei casi le persone hanno reagito positivamente ad un eventuale contatto extraterrestre. Gli scienziati fanno notare che tali risposte non dipendono in alcun modo dall'età, dal sesso o dal reddito degli intervistati. 
Il professor Lewis Dartnell, un astrobiologo della Westminster University, ha interpretato positivamente i risultati ottenuti dai colleghi: 
"È gratificante che questo studio abbia dimostrato che le persone sono probabilmente liete nello scoprire della vita microbica al di fuori della Terra. È improbabile che un giorno possiamo incontrare degli alieni intelligenti nella nostra galassia, anche se sono in fase di preparazione un certo numero di missioni destinate a rilevare la presenza di batteri su Marte.
Lo studio di cui sopra è stato pubblicato sulla rivista Frontiers of Psychology. 
Il professor Michael Varnum dell'Arizona State University ha presentato i risultati dello studio in una recente conferenza organizzata dall'American Association for the Advancement of Science ad Austin, in Texas. 
Egli ha spiegato che il suo discorso riguarda la scoperta di microbi extraterrestri, dal momento che è molto più probabile che saranno loro a trovarci per prima.

10 commenti:

  1. Se verranno in pace troveranno gente pacifica e sorpresa. Se verranno per la guerra troveranno gente pronta a combattere altro che paura.....

    RispondiElimina
  2. A combattere? Con quali armi? Se ci sono armi di cui non siamo a conoscenza allora forse.
    Paura? No ci sarà panico.

    RispondiElimina
  3. Dal Centro Ricerche######: anonimo del primo commento: gli alieni non hanno alcun bisogno di usare le armi descritte nei film ridicoli di fantascienza. Possono togliere tutta l'energia elettrica da tutti i paesi della Terra,non funzionerebbe piu' nulla e non ci sarebbero piu' sistemi di comunicazione di alcun tipo. In altri termini, una specie di 8 settembre del '43 amplificato di 10000 volte. Nel giro di una settimana al massimo, e sarebbero tutti quanti nelle mani degli alieni nel bene o nel male che sia. Centro Ricerche####

    RispondiElimina
  4. La logica del povero alieno ingenuo che arriva quasi per caso e senza preparazione è tipica di Hollywood.

    Siamo osservati da migliaia di anni,geneticamente modificati (circa come abbiamo fatto noi con ľuomo pecora oggi) con criteri chimico elettrici per poter far crescere un aspetto della coscienza in un corpo ed ambiente che limita tanto la nostra percezione,quanto siamo in realtà assopiti nelle nostre più vaste capacità.

    Dire che vengono qua con bellicose intenzioni è come un allevatore istruttore che non vuole il bene della vita che ha seguito.

    Poi ovvio ci sono le teste calde,le mele marcie anche fra le razze aliene,ma noi siamo un progetto che affronta un certo momento particolare della storia,quindi unici e pertanto intoccabili (vedi 2012).

    Nonostante ciò gli....ed illuminati deviati,gesuiti mafia kazariana e co. Hanno fatto i loro porci comodi con il nostro tacito consenso ma ciò non và inteso come stato immutabile,bensì quasi finito invece,quindi queste storie lasciano il tempo che trovano ormai.

    A onor del vero sono già arrivati però gli alieni con intenti "per la guerra" ed hanno trovato giovani /°\ ed altra gente (non solo) che gli desse corda, idem il contrario però....Ma sono solo favole infondo, del resto il primo contatto deve ancora arrivare ;)

    RispondiElimina
  5. Siete veramente convinti che l'élite di potere siano poveri mentecatti sprovveduti? hanno armi che voi non potete nemmeno immaginare altrimenti razze di tutta la galassia ci avrebbero già cancellati e tengo a precisare anche che abbiamo alleati alieni che ci forniscono scienza e tecnologia in cambio di........

    RispondiElimina
  6. In cambio di....?
    Non sono sprovveduti,la loro visione di insieme li ha portati però alla disfatta. Sono mentecatti si, nel senso che hanno pensieri di bassa leva,prettamente finalizzati al proprio tornaconto,senza includere il prossimo in termini esponenziali.Ergo non amorevoli.

    Da come parli sembra che le loro armi ci avrebbero tenuti in salvo, forse è vero ma solamente in minima parte nel caso. La presenza di bombe al plasma o altri armamenti in dotazione sono state il coltello puntato alla nostra gola semmai !!

    La leva per ritardare la disclosure,in altre parole la giustificazione del CoverUp.

    Non credere alle loro scuse... loro sono dei mentecatti dal momento che non hanno fatto quel che dovevano fare sopratutto,ovvero portare avanti in segreto,la conoscenza della lavorazione di sé.con onore,virtù e dignitosa compassione!

    Le loggie deviate la pedofilia politica, il monck satanic ritual ecc ecc.. sono la prova che il progetto è abbondantemente fallito, in termini tecnici,morali,pratici, sotto ogni punto di vista...

    E poi ti ricordo che se non fosse per i loro fili,potremmo non avere magnati petroliferi ma energia gratis si tesla! Per citare solo un piccolo esempio.

    #allafacciadi
    #mocksatanicrituals
    #pizzagate
    #11settembreCoverUparmiscalari

    RispondiElimina
  7. In cambio di esperimenti su noi cavie?
    Ma credi davvero che avrebbero bisogno del nostro permesso?
    Sono tutte congetture senza prove.

    La teoria dello zoo è la più probabile secondo la mia modesta opinione.
    Semplice, lineare e sena masturbazioni mentali.
    Poi se avete prove su quello che dite allora tanto di cappello, ma rendetele pubbliche altrimenti qualcuno potrebbe dire che in giro ci sono sparapalle.

    RispondiElimina
  8. E BLA, BLA,BLA E BLA, BLA, BLA!!!!!

    RispondiElimina
  9. Già... senza considerare che sparapallare supposizioni tragicamente negative, è un bla bla bla utile quanto il mantenimento del CoverUp!

    RispondiElimina

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.