venerdì 16 febbraio 2018

Quando agli astronauti fu imposto il divieto di parlare di UFO

Durante le missioni lunari, gli astronauti non erano mai stati soli visto che a loro insaputa erano costantemente sorvegliati da strane presenze luminose. Buzz Aldrin, il famoso astronauta dell'Apollo 11, ha pubblicamente riportato la sua esperienza ultraterrena vissuta durante la missione lunare.
Buzz Aldrin è sempre stato considerato un uomo brillante. 
Allora perché rischiare di cadere nel ridicolo rilasciando simili dichiarazioni? L'astronauta era dotato di uno spiccato intelletto nonostante fosse considerato un uomo profondamente spirituale. Una volta andato in pensione, il colonnello Aldrin decise di esporre le sue convinzioni  più intime, volendo affrontare un universo segreto tanto profondo e misterioso quanto la Luna stessa.
Perché il colonnello Aldrin subì un grave  "esaurimento nervoso"? 
Forse era il peso dell'improvvisa celebrità ottenuta dai mass media e dai suoi sostenitori?  O c'era qualcos'altro di cui non voleva  parlare? 
Secondo Fred Steckling, autore del libro, "Abbiamo scoperto delle basi aliene sulla luna", Aldrin voleva proclamare la verità su ciò che aveva effettivamente visto. Perché centinaia, se non migliaia di foto della NASA sono state intenzionalmente  manomesse? 
Nello specifico, con l'uso attento di un aerografo, è possibile rimuovere qualsiasi scomoda anomalia e solo dopo aver superato un attento esame  la foto verrebbe rilasciata al pubblico e  alla stessa  stampa. 
Molto probabilmente, i funzionari del Pentagono e della Casa Bianca, sarebbero stati persuasi o minacciati da qualcuno affinché non rivelassero la verità. 
Scott Carpenter, astronauta della NASA insieme a Douglas Herman hanno pubblicato sul sito alien-ufo-sightings.com un articolo molto  interessante che trattava un argomento già affrontato precedentemente. 
La NASA sapeva dell'attività "aliena" sulla Luna ancor prima che Armstrong, Aldrin e Collins vi mettessero piede. 
Aldrin, avrebbe ottenuto le prove del fatto che non siamo stati i primi ad arrivare sulla Luna e questo dopo aver visto e scattato una serie di fotografie di strane impronte sul suolo lunare. Qual'era lo scopo di Aldrin e Armstrong nel voler affermare in termini inconfondibili di aver visto enormi veicoli spaziali e altre anomalie riconducibili a un'occupazione  aliena della Luna?

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.