domenica 25 febbraio 2018

Scienziato russo avverte: l'umanità dovrebbe prepararsi a respingere un attacco dallo spazio

attack on the Earth
L'esperto in Scienze Militari, Membro dell'Accademia Russa per i Missili e Artiglieria e Capitano di primo grado dell'esercito russo, Konstantin Sivkov ha esortato l'umanità a prepararsi seriamente a respingere un eventuale attacco dallo spazio.L'articolo dell'esperto è stato pubblicato da Military Industrial Courier e ripreso dal suo extranotix.blogspot.com
Sivkov afferma che i terrestri dovrebbero iniziare a progettare delle armi anti-asteroidi visto che la caduta di un grande bolide spaziale sul nostro pianeta rappresenta tuttora una seria minaccia per l'intera umanità. Sivkov ha dichiarato: 
"Di fronte al pericolo dell'estinzione della razza umana come specie biologica, tutti i nostri meschini conflitti geopolitici dovrebbero essere accantonati e valutare seriamente una tale minaccia".
Il capitano propone di distruggere gli asteroidi con il lancio di razzi armati di testate termonucleari le quali saranno autoguidate in modo da creare "un sistema di controllo omnidirezionale dello spazio immediatamente vicino Terra" al fine di rilevare l'avvicinamento di pericolosi asteroidi. 
L'esperto in Scienze Militari sostiene che un pericoloso corpo celeste puo' benissimo essere eliminato ad una distanza di almeno 240.000 chilometri dalla Terra, mentre la potenza della testata non dovrebbe essere inferiore a 100-200 megatoni.
"Pertanto, si può dire che la creazione di un missile anti-asteroide è tecnicamente possibile ", ha affermato il capitano di primo grado. II sistema di controllo omnidirezionale dello spazio vicino alla Terra e la sua gestione dovrebbe essere affidato a un "consiglio accademico". "Gli imprenditori, politici, militari e rappresentanti di qualsiasi struttura transnazionale" non dovrebbero parteciparvi poiché "proporrebbero teorie cannibalistiche sulla conveniente riduzione del numero di persone", ha affermato Sivkov. 
Egli è convinto che "tutti questi requisiti debbano essere considerati pressoché fattibili" anche perché il costo delle armi anti-asteroidi non dovrebbe essere eccessivo. 
"Le stime approssimative mostrano che questo programma richiederà solo il 25-30 percento dell'attuale budget militare statunitense. Questi costi sono particolarmente incoraggianti per la comunità mondiale, specialmente dal momento che non sarà più necessario stanziare denaro in un'unica tranche ma entro sette-nove anni", conclude l'esperto.
Considerando che le spese militari statunitensi per l'anno fiscale 2018 costituiscono, secondo l'approvazione dell'Amministrazione Trump, 700.000 milioni di dollari, l'iniziativa di Sivkov sarebbe apparsa alla comunità internazionale molto più economica. Infatti tale scudo spaziale verrebbe a costare solo 210.000 milioni di dollari.

5 commenti:

Altharel ha detto...

Pensare ai pericoli dalle stelle ,non credo sia una cattiva idea..

Se cominciassero tutti però, ci sarebbe ogni nazione partecipante per il bene del pianeta, sarebbe un bel risultato..! (Anche se preferirei un secondo allunaggio)

Un risultato di psicologia inversa credo.. Forse mi sbaglio ma mi spiego meglio, diciamo a tutti di stare attenti alle stelle?

Staranno attenti ai pericoli fra di loro...

Mi risuona familiare in questo momento perché mi sembra Un po, come sta facendo Trump con gli insegnanti.

Le intoccabili lobby delle armi non si posso fermare nonostante le ovvie implicazioni sociologiche di una società disfunzionale?

R: armiamo gli insegnanti! Forse che così lo capiranno

Per assurdo,potrebbe funzionare, fermo restando che sarebbe meglio che golia torni nella sua grotta e lasci in pace davide a riporre la fionda,credo che con certi colossi del commercio non si possano adottare tradizionali strategie di risoluzione..tuttalpiù se hanno ancora quei residuati giurassici alle spalle/°\ ancora per il momento.
#buriansoffia+fortedeiventidiguerra
#elezionifarannotremarecomelaBrexit

Alien ha detto...

Dal Centro Ricerche######:
quanto esposto e' la tipica logica dei militaristi che vednono minacce da tutte le parti. L'Universo la' fuori non e' una minaccia concreta, ma una speranza futura! Che si guardi invece a tutte magagne che ci sono in questo mondo dannato, a tutte le violenze efferate che avvengono in ogni dove ogni giorno; che guardino a tutte le ingiustizie e a tutte le corruzzioni che avvengono con il il fine di cercare il dinero a tutti i costi e senza scupoli. Minacce la' fuori non ci sono e se mai ci fossero sono altamente remote e improbabili . La verita' e' questa! Centro Ricerche######

Sotuknang ha detto...

Il fatto che esistiamo ancora vuol dire che sono pacifici. Ci hanno visitato in passato e lo fanno ancora. Se poi nello sconfinato universo ci dovesse essere una civiltà tipo Klingon chi lo può sapere. Al momento i più pericolosi siamo noi.

Altharel ha detto...

Concordo con la tua Verità Mario, profondamente sentita anche la tua Sotuknang.

Parlare di minaccie è ignoranza,quelle interne sono frutto dell insensibilità creata da un sistema appositamente studiato,quelle esterne irreali se non nel senso opposto,che forniscono tecnologia ai militari..

difatti il mio era un paragone per far intendere che alla massa di addormentati bisogna parlare in sottintesi ed allusioni... ..Per il momento siamo ancora nella melma..ma ancora per poco!

Pertanto soluzioni estreme per problemi estremi,ma senza le conseguenze contestuali,mi sembra la miglior strategia possibile..per questo W Trump!

Nonostante sia consapevole della possibile escalation di omicidi,dare le armi a tutti(professori) forse renderebbe più sensibile ľintera popolazione USA e chissà,magari cambierebbero il 2emendamento... Di sicuro però la lobby delle armi è un gigante anche per il presidente degli stati uniti,soprattuto dal momento che per decenni hanno avuto partner ship per mandare avanti la nazione.
Una strategia perfetta per quei figli di illuttana...

#Post2012equilibriofrapolarità

Alien ha detto...

Dal Centro ricerche#####.
volevamo puntalizzare qualcosa anche sulle armi in Usa: non siamo piu' nei tempi del vecchio West, dove portare le armi era anche giustificato. Dovevano difendersi dali indiani e vi erano molti pericoli nelle pianure e negli spostamenti. Ora come ora, non e' piu' giustificato questa proliferazione di armi. Le lobby delle armi fanno cosi' affari d'oro e senza alcuno scrupolo e tutto per fare dinero a palate.E queste lobby finanziano la politica per mantenere i loro sprchi interessi! Centro Ricerche####@

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.