giovedì 15 marzo 2018

Gli astronomi hanno dimostrato l'impossibilità di stabilire un contatto con gli alieni


Un gruppo di astronomi americani guidati da Frank Drake sono giunti alla conclusione che qualora i terrestri dovessero ricevere un qualche tipo di segnale extraterrestre, gli autori del messaggio alieno, molto probabilmente non esistono più perché estintisi milioni di anni fa. Quanto sopra riportato è stato ampiamente discusso sul sito russo Lenta.ru facendo riferimento alla pubblicazione Science News e al sito armeno newsarmenia.am. I ricercatori hanno calcolato quell'area della galassia all'interno della quale potrebbero generasi dei segnali alieni. 
Secondo la teoria di Drake, le civiltà nascono e muoiono a un ritmo costante, nonostante che i segnali radio inviati da loro in epoche remote continuassero a diffondersi in tutte le direzioni lungo la Via Lattea. 
Di conseguenza, la maggior parte della nostra galassia è intrisa di messaggi alieni trasmessi quando il nostro vicinato cosmico era molto più ospitale e disseminato di mondi abitabili. 
Nel 1960, l'astrofisico Frank Drake propose questa formula attraverso la quale stimare approssimativamente il numero di civiltà altamente sviluppate nell'universo. Esistono varie soluzioni a questa equazione, anche se i valori della maggior parte dei parametri contenuti nella formula si basano esclusivamente su sole ipotesi. 
Civiltà del tipo -0-
Il diametro della Via Lattea è di centomila anni luce, mentre il sistema solare si trova a circa 26.000 anni luce dal centro della galassia. Per questo motivo gli scienziati ritengono che le civiltà più sviluppate in grado di inviare segnali radio non esistano più perché scomparse milioni di anni fa. 
Pertanto, sono estremamente esigue le possibilità di ricevere in tempo reale un messaggio alieno anche perche' i nostri segnali radio inviati nelle profondità cosmiche potrebbero essere recepiti dalle future generazioni di Umanoidi sviluppatisi su pianeti ancora in piena fase evolutiva e che oggi ci appaiono pressoché inospitali. Forse tra qualche migliaio di anni, una civiltà aliena sarà in grado di captare le nostre trasmissioni radio e inviare delle navicelle esplorative su quella che una volta era la nostra amata Terra.

1 commento:

  1. Dal Centro Ricerche#####
    sono tutte congetture gratuite! altri astrofisici di cui sappiamo, sanno gia' che gli ET sono su questo pianeta da tempo! E sono stati anche contattati. Quello che ' morto ieri, no, altrimenti parlava in altro modo e non al negativo. Centro R.

    RispondiElimina

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.