martedì 13 marzo 2018

Quando un F-18 statunitense fu superato da un UFO

Agli inizi del 2018 gli Stati Uniti hanno speso diverse decine di milioni di dollari per la conduzione di un segreto programma di studio rivolto a fronteggiare ipotetiche minacce aerospaziali, il che implicava rivolgere una particolare attenzione al costante monitoraggio aereo in modo da studiare meglio la natura dei cosiddetti oggetti volanti non meglio identificati.
Il programma è stato segretamente condotto dal 2007 al 2012 con la supervisione di Bob Bigelow, il fondatore di Bigelow Aerospace.
Tali sudi potrebbero aver preso spunto dai sempre più frequenti incontri ravvicinati d'alta quota che hanno visto protagonisti piloti di jet militari e aeromobili civili. Uno di questi è stato immediatamente classificato dalle Autorità militari statunitensi anche se ciò non ha impedito al sito Academy of Arts & Science di pubblicare un video in cui veniva mostrato l'attimo in cui un caccia americano veniva superato a fortissima velocità da un misterioso oggetto volante non meglio classificato. 
Nel comunicato ufficiale rilasciato dall'aeronautica militare statunitense è emerso che l'incontro ravvicinato del tipo avionico verificatosi nel 2015 avrebbe visto coinvolto un pilota di caccia F/A-18 Super Hornet munito di sistema di rilevamento d Raytheon AN/ASQ-228 e di Targeting Forward-Looking Infrared (ATFLIR ) Pod, attraverso il quale i piloti sono in grado di rilevare obiettivi che si impegnano a una distanza superiore alle 40 miglia nautiche.
Secondo quanto contenuto nel video classificato dai vertici militari e registrato in modalità a infrarossi, il jet militare stava volando ad un'altitudine di 25.000 piedi (circa 7,6 chilometri) e ad una velocità di circa 300 miglia all'ora (più di 480 chilometri all'ora).
L'UFO dalla forma ovale e dal contorno indefinito è privo di alettoni, timone di navigazione e propulsori esterni. Tutte queste caratteristiche portano ad escludere la teoria del drone anche perché un tale pericoloso avvicinamento aereo avrebbe potuto rappresentare una seria minaccia alla sicurezza di volo del pilota. 

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.