venerdì 2 marzo 2018

Strani oggetti volanti individuati in alcune immagini del passo Dyatlov

Dyatlov
© credit image:esoreiter.ru
Il noto blogger e cospirologo Valentin Degterev, non ha mai abbandonato il suo interesse per la strana vicenda del gruppo di studenti russi che il 2 febbraio 1959 perirono in circostanze misteriose lungo le pendici sottostanti il passo Dyatlov negli Urali settentrionali.
Recentemente, il ricercatore russo ha fatto un'altra dichiarazione a dir poco asconcertante. 
Egli avrebbe inaspettatamente individuato degli strani oggetti volanti in alcune foto ricordo scattate dagli sfortunati studenti, poco prima della loro tragica morte. 
A riferirlo è il sito russo esoreiter.ru i cui autori hanno pubblicato alcune inedite foto attraverso le quali si possono notare degli oggetti volanti non meglio identificati che all'epoca furono  menzionati anche in un rapporto redatto dal Comitato per la sicurezza dello Stato dell'ex URSS. 
Diversi funzionari, tra cui un militare, hanno riferito ai ricercatori che durante il periodo da gennaio a marzo 1959, furono più volte avvistati dei misteriosi oggetti sferici mente si muovevano nel cielo sovrastante il passo Dyatlov e questo poco prima della tragica morte degli studenti. 
I ricercatori che hanno più volte ispezionato l'area in cui si è verificata la tragedia giunsero alla conclusione che quanto accaduto quel giorno non poteva essere associato all'entrata nell'atmosfera terrestre di grandi asteroidi e meteoriti ma piuttosto a qualcosa di molto più misterioso. 
Alcuni di loro affermarono di aver osservato degli oggetti volanti dalla forma sferica e allungata, tutti dalla struttura apparentemente metallica. Il ricercatore Tagilchanin afferma di essere rimasto sorpreso che nessuno abbia mai notato una serie di anomalie nelle vecchie immagini in bianco e nero che ritraggono gli studenti russi. 
Queste strane presenze aeree ha portato gli ufologi russi a sospettare una cospirazione del silenzio protrattasi fino ai giorni nostri dalle Autorità dell'ex Unione Sovietica. 
Molto si è detto su questa terribile vicenda. Qualcuno oso' attribuire la tragedia a delle artificiali emissioni ad ultrasuoni testate segretamente dai militari sovietici. Altri non esclusero l'intervento di animali selvatici che avrebbero fatto scempio dei corpi assiderati dei giovani escursionisti, investiti probabilmente da una slavina. In ogni caso, questo caso è destinato a rimanere avvolto dal più fitto mistero e diventare uno dei tanti casi ufologici mai risolti finora.

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.