sabato 17 marzo 2018

Un disco volante si è schiantato in Antartide?

Un teorico della cospirazione sostiene di aver scoperto i resti di un UFO precipitato in Antartide. A giudicare dalla foto satellitare sembra proprio un oggetto artigianale parzialmente incastonato tra gli eterni ghiacci Antartici. 
Di cosa si tratta veramente? L'autore di questo ritrovamento si è avvalso del noto software offerto da Google Earth le cui fotocamere erano puntate sulla desolata superficie dell'Antartide e precisamente su una brulla catena montuosa priva di neve e ghiaccio. Nell'analizzare la strana struttura rocciosa, l'autore della segnalazione ha concluso che in effetti potrebbe trattarsi di un cratere da impatto. L'immagine di cui sopra è stata pubblicata su YouTube da Conspiracy Depot, lo scorso lunedì 12 marzo 2018. 
Inutile dire che alcuni utenti hanno proposto la teoria della navicella aliena gravemente danneggiata dopo essersi schiantata rovinosamente sulla Terra centinaia di anni fa. Inoltre il diametro dell'oggetto è stato stimato intorno ai 16 metri e ciò porterebbe ad escludere la teoria di una naturale formazione rocciosa. Ancora oggi il continente Antartico continua a nascondere una moltitudine di segreti alcuni dei quali riconducibili a segrete basi naziste ove avrebbero trovato rifugio alcuni scienziati tedeschi impegnati nella sperimentazione di innovativi velivoli sviluppati attraverso la retroingegneria extraterrestre.

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.