domenica 20 maggio 2018

L'origine extraterrestre dei polpi.


Circa 540 milioni di anni fa, la vita sulla Terra è cambiata radicalmente. Il pianeta, un tempo dominato da organismi semplici, è diventato improvvisamente la dimora della maggior parte dei grandi gruppi animali odierni. L'esplosione Cambriana ha segnato un punto di svolta nella timeline evolutiva, e alcuni ipotizzano che potrebbe essere stata guidata da forze al di fuori del mondo. E se la realtà superasse la finzione cinematografica? 
Il sito areazone51ufos, riporta quando nel 2015, gli scienziati suggerirono che i polpi potrebbero essere creature aliene per via delle differenze nel loro corredo genetico. Gli scienziati sono riusciti a sequenziare il primo genoma per disegnare la mappa completa della struttura del DNA del complesso dei cefalopodi. 
Quello che hanno individuato era semplicemente fantastico. 
I polpi hanno 33.000 geni, circa 10.000 in più rispetto a un essere umano. 
Questo gli differenzia da qualsiasi altro invertebrato nel mondo. La controversa teoria della panspermia suggerisce che la vita sulla Terra sia stata "seminata" da materiale biologico trasportato in altre parti dell'universo. 
E, secondo un nuovo studio basato su questa teoria, i polpi potrebbero essere la prova di ciò. Data la complessità del sistema nervoso degli Octopus, i suoi occhi enormi, la flessibilità e il suo mimetismo, queste doti  si sarebbero formate apparentemente dal nulla. Uno studio propone che l'albero genealogico dei cefalopodi potrebbe avere origini extraterrestri.
Questa è solo una delle tante teorie proposte in un nuovo articolo pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Progress of Biology and Biophysics.
Lo studio, scritto da 33 ricercatori appartenenti a università e istituti di tutto il mondo, esamina le prove proposte nel Fred Hoyle e Chandra Wickramasinghe ove si portano avanti tesi di biologia cosmica e la teoria della panspermia. Secondo questa teoria, tutti i pianeti abitabili nella galassia costituiscono una singola biosfera interconnessa. 
Significherebbe che la vita esiste nell'intero universo visto che essa è emersa molto prima che i primi organismi iniziassero a svilupparsi sulla Terra.

Nessun commento:

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.