domenica 6 maggio 2018

Oggetto volante non meglio identificato filmato nel cielo sovrastante l'Area 51

A volte il pensiero umano tende a inaridirsi per via della sua inerzia soggettivamente accettata. Ciò nonostante la maggior parte della gente (quella che, naturalmente, crede ancora nell'esistenza dei "dischi volanti") continua a percepire gli UFO come il prodotto di una civiltà extraterrestre.
A tal proposito, il 26 ottobre 1954, l'aviazione brasiliana (FAB) riconobbe l'esistenza dei  veri dischi volanti così come popolarmente illustrati nei numerosi film di fantascienza, la cui forma circolare non può essere associata in alcun modo a quei velivoli a noi familiari, anche per via del loro colore argenteo e la loro capacità di riflettere la luce del giorno.
Tali oggetti volanti, sono capaci di raggiungere velocità incredibili e impegnarsi in manovre che vanno ben oltre qualsiasi tecnologia avionica a noi conosciuta. Ciò nonostante molti di questi avvistamenti sono spesso frutto di erronee interpretazioni dovute al movimento di semplici corpi celesti o al lancio di comuni palloni meteorologici. 
La sorprendente dichiarazione ufficiale a cui si fa riferimento è stata rilasciata alla stampa dal Comando dell'Aeronautica brasiliana presso la Base dell'Air Force di Gravatai, a Rio Grande do Sul, 5a Zona Aerea. Bisogna riconoscere che questa è la prima volta che una Forza Aerea non esclude l'esistenza dei cosiddetti dischi volanti. La famosa base militare statunitense situata  nel desolato deserto del Nevada, meglio conosciuta come "Area 51", è stata nuovamente visitata da un oggetto volante non meglio classificato.
Un residente locale è riuscito a filmare un oggetto incandescente che a prima vista sembra stazionare appena sopra la base militare, per poi scomparire definitivamente nel nulla a fortissima velocità. Nel video rallentato e non allegato a questo post, si può notare come l'UFO si sposta rapidamente sul lato sinistro dello schermo e scompare subito dopo nel buio della notte. 
La prima cosa che potrebbe venire in mente è che potrebbe trattarsi di un velivolo sperimentale, tipo Black Manta, sorpreso nell'attimo in cui  veniva testato sulla verticale della controversa base militare sulla quale si è detto un po' di tutto fino a rasentare la leggenda metropolitana.

Nessun commento:

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.