giovedì 28 giugno 2018

Gli alieni potrebbero aiutare l'umanità a sfuggire dall'autodistruzione

Con i progressi in corso nella tecnologia dei telescopi, verrà forse  il giorno in cui gli astronomi saranno in grado di espandere veramente le loro visione e classificare  un pianeta possibilmente abitabile in base alle sue caratteristiche ambientali, inclusa la composizione atmosferica o chimica di mondi potenzialmente alieni.
Noi umani hanno abbiamo un impatto così drammatico sulla Terra che alcuni scienziati sono dell'avviso che sia iniziata una nuova era geologica conosciuta come Antropocene . 
Una serie di dibattiti sono in corso sul fatto che il nostro pianeta abbia attraversato o meno l'epoca antropocenica, un nuovo capitolo geologico in cui siamo diventati il ​​principale motore del cambiamento planetario. 
Alcuni scienziati sottolineano il fatto che metà della superficie terrestre del pianeta è stata rivendicata e sfruttata per soddisfare le esigenze degli umani, o che i cicli biogeochimici della Terra tra cui l'azoto e fosforo siano stati radicalmente modificati a causa dello sviluppo intensivo dell'agricoltura e dell'uso eccessivo di fertilizzanti. 
Un affascinante articolo teorizza che le civiltà aliene potrebbero aver fatto la stessa cosa, rimodellando i loro mondi in modi prevedibili e potenzialmente rilevabili. Un nuovo studio (la Terra intesa come pianeta ibrido e l'antropocene in un contesto astronomico evolutivo), guidato dall'astrofisico dell'Università di Rochester Adam Frank, colloca gli esopianeti all'interno di un contesto astrobiologico. Oltre a prendere in considerazione le solite misurazioni fisiche, Frank e i suoi colleghi stanno proponendo che gli astronomi debbano tenere conto dell'influenza di una ipotetica biosfera aliena sul nostro pianeta compresi gli impatti che potrebbero derivare da una ipotetica civiltà extraterrestre estremamente avanzata. 
Gli autori propongono un nuovo schema nel classificare e misurare il grado di alterazione dei pianeti da parte di Entità intelligenti.
Se dovessimo scoprire quei segni riconducibili all'intervento di una ipotetica civiltà aliena particolarmente avanzata e questo di per sé è già un grande dilemma, potremmo imparare una volta per tutte su come potremmo sopravvivere in un lontano futuro. 
"Stiamo attualmente cercando di comprendere i prossimi passi da compiere per diventare una civiltà altamente sostenibile, ed è proprio per questo motivo che stiamo lavorando su questo scenario", ha dichiarato Frank.
"Abbiamo bisogno di sviluppare una versione sostenibile della civiltà in cui viviamo attualmente. Come possiamo sapere se tutto questo è possibile? 
E se nell'Universo si fossero sviluppate civiltà avanzate in grado di rendere sostenibile il loro stile di vita ?"

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.