venerdì 20 luglio 2018

Fisico della NASA. Lo scetticismo generale non è più sostenibile

Siamo veramente soli? Sfortunatamente, nessuna delle risposte fornite finora sembra soddisfare questo angosciante interrogativo.
Essere soli in questo vasto universo è una prospettiva inquietante.
D'altra parte, se non siamo soli e c'è qualcuno o qualcosa di più potente là fuori, la questione diventa ancora più terrificante. 
Il fisico ed ex ricercatore della NASA Kevin Knuth sostiene che lo scetticismo generale sull'esistenza di ipotetiche astronavi extraterrestri non è più sostenibile. Come ricercatore della NASA e ora professore di fisica, egli ha partecipato nel 2002 a una conferenza organizzata dalla NASA che si concentrava su una serie di speculazioni sugli extraterrestri. 
Durante l'incontro, un partecipante ha affermato a voce alta e in tono sinistro:"Non hai assolutamente idea di cosa ci sia là fuori!". 
Il silenzio divenne subito palpabile quando la verità emersa in questa affermazione iniziò a circolare nella testa di tutti i partecipanti. 
Questo silenzio spiega perché gli umani temono visite aliene sulla Terra. Fortunatamente le distanze tra le stelle sono così proibitive che risulterebbe estremamente difficile saltellare da un pianeta e l'altro. 
Almeno questo è quello che noi, profani, sappiamo sui viaggi nello spazio profondo. A chi non verrebbe il brivido nel sapere che là fuori potrebbero esserci creature aliene e altri mondi viventi? 
La cosa più eccitante è sapere che prima o poi il viaggio interstellare sarà tecnologicamente possibile. Nel 1988, gli studenti del Montana State University, hanno discusso di una recente mutilazione del bestiame che alcuni avevano associato agli UFO. Un professore di fisica si unì alla conversazione affermando di conoscere dei colleghi che lavoravano alla base aerea di Malmstrom a Great Falls, nel Montana, dove stavano avendo problemi con degli UFO che bloccavano i missili nucleari. A quel tempo, molti erano convinti che questo professore stesse parlando senza senso. 
Ma 20 anni dopo, gli scettici rimasero particolarmente sorpresi nel vedere ls registrazione di una conferenza stampa organizzata con diversi ex membri della US Air Force i quali descrissero avvenimenti simili risalenti negli anni '60. Quando si tratta di scienza, il metodo scientifico richiede che le ipotesi siano verificabili in modo che le inferenze esterne possano essere verificate. 
Gli incontri con gli UFO non sono né controllabili né ripetitivi, il che rende il loro studio estremamente impegnativo.
ovnihoje.com

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.