martedì 17 luglio 2018

Il mistero delle sfere volanti

Grazie al Freedom of Information Act, la neozelandese Joint Intelligence Agency (AIC) facente parte del Ministero della Difesa, ha rilasciato un numero di file precedentemente segretati in merito al mistero delle sfere volanti alcune delle quali individuate sul suolo neozelandese tra gli anni 1963 e 1972.
Molte di queste strane sfere furono consegnate proprio agli esperti dell'esercito degli Stati Uniti, i quali si affrettarono a dichiarare che tali artefatti facevano parte di un segreto programma spaziale americano. 
Tutti questi oggetti avevano un diametro di circa 60 cm e, come quelli individuati in Nuova Zelanda, altri sono stati trovati anche in altre parti dell'Australia. I dati più interessanti relativi a questo curioso argomento possono essere trovati in un articolo di giornale conservato negli archivi dell'AIC della Nuova Zelanda. Risalenti al 1972, i dati menzionano la "caduta di strane palle metalliche" avvenuta nel territorio australiano nel 1963. 
Secondo i rapporti, due sfere furono recuperate a circa 240 chilometri a nord di Broken Hill. In quell'occasione il locale Dipartimento di Polizia di Bronken Hill inviò gli oggetti sferici al National Armaments Research Establishment (ENPA) nella città di Adelaide per essere esaminati dagli esperti. 
Sfortunatamente per la polizia, il pilota dell'aereo che doveva trasportare le sfere si rifiutò di ospitarle a bordo, temendo che sarebbero esplose. 
Alla fine, la polizia fu costretta a trasferire le sfere via terra. Dopo averle esaminate, la squadra di esperti dell'ENPA, giunse alla conclusione che l'origine delle sfere non era né dell'ex Unione Sovietica, né degli Stati Uniti. 
Da dove provenivano? Erano delle sonde aliene? 
A questi interrogativi né i giornali locali né le autorità seppero fornire una risposta per cui il mistero rimane.

Nessun commento:

Posta un commento

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.