giovedì 5 luglio 2018

Perché l'oggetto interstellare Oumuamua ha cambiato inaspettatamente velocità e traiettoria?

Recentemente gli scienziati hanno decifrato e rivelato alcuni fatti interessanti in merito allo strano comportamento dell'oggetto spaziale Oumuamua e questo grazie alle osservazioni ottenute dal telescopio spaziale Hubble della NASA.
Un team internazionale di scienziati ha confermato che l'oggetto interstellare noto per vagare senza meta attraverso il nostro sistema solare ha subito un inaspettato e repentino cambio di velocità e traiettoria, e questo l'anno scorso mentre attraversava il nostro sistema solare .Poiché Oumuamua è il primo oggetto interstellare mai osservato nel nostro sistema solare, i ricercatori avvertono che è pressoché difficile trarre conclusioni generali su questa classe di oggetti celesti. Tuttavia, le osservazioni indicano la possibilità che altri sistemi stellari espellano regolarmente piccoli oggetti simili alle comuni comete e che molti di questi vagano ininterrottamente tra le stelle.
"Le nostre misurazioni condotte in modo molto accurato circa la posizione di Oumuamua hanno rivelato che qualcosa potrebbe aver influenzato il suo movimento al di là delle forze gravitazionali sprigionate dal nostro Sole e da pianeti di notevoli dimensioni ", ha dichiarato Marco Micheli del Centro di Coordinamento degli oggetti spaziali a noi sconosciuti. 
"La Prossima Terra" questo è il titolo di un articolo con il quale Micheli descrive le scoperte fatte dalla squadra di ricercatori dell'agenzia spaziale europea. 
Analizzando la traiettoria del misterioso visitatore interstellare, il co-autore Davide Farnocchia del Center for Near Earth Object Studies (NEOC) presso il Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA ha rilevato che l'improvviso aumento di velocità era coerente con il comportamento di una comune cometa. 
Le comete normalmente espellono grandi quantità di polvere e gas e questo quando vengono riscaldate dal Sole. Secondo lo scienziato Olivier Hainaut dell'Osservatorio dell'Europa meridionale, non sono stati rilevati visibili segni riconducibili alla liberazione di queste sostanze, quindi queste mutazioni non erano state previste dagli scienziati. 
In conclusione, Omuamua continuerà a rappresentare un grande mistero astronomico, non solo perché è il primo oggetto interstellare che viene osservato mentre attraversa il nostro sistema solare, ma principalmente per via delle sue caratteristiche anomale, per cui ciò che più colpisce è la sua strana forma allungata e il comportamento particolarmente insolito . 
Il team stima che l'eiezione di gas di Oumuamua possa aver prodotto una piccolissima quantità di particelle di polvere quanto basta per determinare la sua velocità e fare in modo da passare inosservato. 
Karen Meech, astronoma dell'Istituto di Astronomia della University of Hawaii e co-autrice dello studio, ha ipotizzato che piccoli granelli di polvere presenti sulla superficie della maggior parte delle comete siano stati erosi durante il lungo viaggio di Oumuamua attraverso lo spazio interstellare.

1 commento:

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.