venerdì 24 agosto 2018

Brasile. Un disco volante individuato con Google Street

Il più grande errore è senza dubbio quello di considerare che il fenomeno UFO non merita di essere studiato seriamente per il semplice motivo che non è degno di essere sottoposto al rigore del ragionamento scientifico.
In virtù di ciò non si spiega il perché' degli strani oggetti volanti non meglio identificati continuino ad essere immortalati dalle fotocamere satellitari di Google Earth. Alcuni propendono per la teoria della distorsione ottica o semplice pulviscolo catturato accidentalmente dai sensibili sensori fotografici di Google Earth che recentemente avrebbero fotografato un vero e proprio disco volante durante la scansionatura del terreno effettuata tramite Google Street. 
Numerose sono le strane immagini provenienti da tutto il mondo, alcune delle quali ritraggono degli autentici UFO nei cieli sovrastanti panoramiche interattive a 360 gradi. Un'immagine molto interessante è stata individuata e condivisa da Lúcio Pereira, sulla strada Serra do Japi, nella regione di Jundiaí, SP. 
Essa mostra uno strano oggetto discoidale che a prima vista sembra avere un aspetto metallico sulla cui superficie si vanno a riflettere i raggi solari. L'immagine di cui sopra è disponibile su Google Street inserendo la seguente chiave di ricerca : Avenida Luiz José Sereno Nº 4672

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.