domenica 5 agosto 2018

Le ragioni per cui non abbiamo mai incontrato gli alieni

Oggi, il tema della vita aliena continua a venire alla ribalta non solo per colpa dei media, ma anche per via di alcuni studi condotti dagli astronomi.Gli scienziati di tutto il mondo hanno guardato il cielo stellato per decenni, con la speranza di intercettare una volta per tutte un vero messaggio alieno. 
Tuttavia, nonostante che esistessero pianeti extrasolari potenzialmente abitabili, nessun segno di vita extraterrestre è stato scoperto finora. 
Nel mondo scientifico, questo fenomeno è designato come il "paradosso di Fermi". Secondo questo "paradosso", il tema degli alieni e la loro possibile inesistenza potrebbe essere spiegato attraverso diverse ipotesi. 
Secondo una di queste, gli alieni si nasconderebbero sotto uno spesso strato di ghiaccio su esopianeti lontani, e forse anche sulle loro rispettive Lune.
In ogni caso, una tale teoria è fortemente caldeggiata da alcuni dipendenti della NASA. Per questo motivo, è impossibile rilevare gli alieni, nonostante avessimo progettato potenti telescopi in grado di rilevare cose a noi apparentemente invisibili. Una delle ipotesi più recenti è che gli alieni possano vivere in super-terre, ma in tal caso saranno anche ostaggi dei loro rispettivi pianeti. 
Proprio per la loro grande massa, l'attrazione nelle super-terre è molte volte maggiore che sulla Terra. 
Per questo motivo, gli alieni avranno bisogno di navicelle super potenti, probabilmente alimentate da combustibile nucleare, in modo da consentire al 
loro veicolo spaziale di raggiungere velocità incredibili e superare la gravità del loro pianeta natale. Il futurista Shostak ha avanzato un'altra teoria circa l'impossibilità di stabilire un contatto con gli alieni. 
Secondo lo scienziato, i robot potrebbero essere i veri alieni e non degli esseri viventi. Shostak giustifica la sua teoria dal fatto che gli alieni potrebbero aver raggiunto elevate conoscenze tecnologiche da creare biorobot in grado di pensare in modo indipendente e fare a meno dei loro padroni. 
Gli scienziati suggeriscono anche che i terrestri potrebbero aver scoperto la vita extraterrestre, che molto probabilmente è stata annientata senza che ce ne fossimo resi conto. L'astrofisico Adam Frank ha avanzato la teoria secondo la quale gli alieni sarebbero scomparsi a seguito di una catastrofe antropogenica, che essi stessi hanno provocato esaurendo le risorse del loro pianeta natale. Secondo un'altra teoria, gli alieni potrebbero essere scomparsi all'inizio del loro sviluppo. Gli studi dimostrano che molti degli esopianeti sono abbastanza adatti per sostenere la vita. 
Anche se le condizioni ambientali sono estremamente mutevoli, una civiltà aliena non potrebbe mai svilupparsi in un livello ragionevolmente accettabile, e quindi potrebbe morire a causa dei bruschi cambiamenti climatici. 
La teoria più interessante è quella della panspermia, secondo la quale la vita sulla Terra sarebbe stata trasportata dallo spazio. 
Di conseguenza, i terrestri sono i nuovi arrivati ​​sul pianeta Terra.
Tuttavia, fino ad ora non sono stati individuati nello spazio quei segni riconducibili a microrganismi estremamente basilari.

1 commento:

  1. Dak Centro Ricerche######
    Tutto un compendio di teorie discutibili ,che nella sostanza non dimostrano un bel niente! Quello che e invece intuibile e che gli Et e le civilta' aliene, la' fuori ci sono! Centro R:

    RispondiElimina

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.