lunedì 7 gennaio 2019

L'Ufo di Rendlesham, uno scherzo dei soldati britannici?

Il caso dell'incidente di Rendlesham Forest è particolarmente famoso per aver creato forte scalpore tra la comunità ufologica diventando presto uno dei casi ufologici più noti al mondo, noto anche come "il Roswell del Regno Unito", riferendosi al mitico schianto di Roswell del 1947 quando un presunto disco volante fu recuperato dai militari statunitensi nell'omonima località del New Mexico (USA) che ad oggi è considerata ancora il Santo Graal dell'ufologia.
Secondo alcune indiscrezioni, il noto incidente nella foresta di Rendlesham potrebbe essere stata una burla orchestrata dai soldati britannici a scapito delle forze armate statunitensi. 
David Clarke, esperto investigatore di "Xfiles" britannici, sostiene che il famoso avvistamento extraterrestre avvenuto a Rendlesham Forest nel 1980 fu di fatto uno scherzo pianificato dai vertici militari del British Air Service per vendicare l'arresto e il brutale interrogatorio di alcuni membri della loro squadra per mano di personale militare proveniente da una base americana situata nel Regno Unito. 
Tale nuova indiscrezione è stata recentemente riferita al prestigioso tabloid britannico The Telegraph. 
Il famoso incidente UFO risale al mese di dicembre 1980, quando i soldati statunitensi di stanza presso la base di Woodbridge riferirono di aver visto strane luci muoversi tra gli alberi e l'atterraggio di un oggetto volante non meglio identificato all'interno della foresta di Rendlesham. 
I militari erano convinti di aver assistito all'atterraggio di un autentico disco volante, tanto da scatenare innumerevoli teorie cospirative e speculazioni sulla vita extraterrestre, un argomento molto in voga in quel periodo. 
L'esperto spiega che prima dell'avvistamento, dei militari britannici stavano conducendo una serie di test di sicurezza nelle immediate vicinanze della nota base militare degli Stati Uniti. In quella occasione, i militari britannici furono catturati dai soldati statunitensi che li sottoposero a violenti interrogatori, durante i quali, per 18 ore di fila, subirono violenti maltrattamenti venendo accusati per essere degli "alieni non identificati". 
Secondo una fonte informativa del servizio aereo speciale britannico che ha voluto entrare in contatto con David Clarke, che per molti anni ha indagato su questo misterioso caso, in quello stesso mese l'esercito britannico, per spirito di rivalsa, aveva deciso di giocare un brutto scherzo agli americani. 
Per portare a termine il loro piano, i soldati avrebbero fatto ricorso a dei palloni ad elio e telecomandati a distanza sui quali appendere materiali riflettenti e posizionare luci colorate in modo da imitare l'atterraggio di un oggetto volante non identificato. Il presunto informatore che ha servito per la British Air Service si è rivolto a Clarke scrivendo una lettera natalizia a spese dell'Air Force degli Stati Uniti sollevando la questione che la burla di Rendlesham avrebbe dovuto finire una volta per tutte e dire la verità su quanto accaduto veramente quella notte in modo da mettere a tacere inutili speculazioni aliene .

0 commenti:

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade