domenica 3 marzo 2019

Per gli alieni siamo considerati una civiltà problematica

Le immagini potrebbero essere soggette a copyright
Da quando abbiamo iniziato a testare le armi atomiche, il numero di visite di civiltà extraterrestri sul nostro pianeta è decisamente aumentato.
Probabilmente gli alieni si preoccupano per la nostra capacità di distruggere l'intero pianeta con le nostre armi di distruzione di massa. "Vi sono prove inconfutabili di ripetute visite aliene sulla Terra" ha affermato il dott.Steven Greer, direttore del Discovery Project e del Centro per lo studio della mente extraterrestre, il quale è stato recentemente intervistato dal programma SophieCo RT. 
L'ufologo sostiene che i rappresentanti di civiltà extraterrestri hanno svolto per lungo tempo le cosiddette missioni di ricognizione. Allo stesso tempo, gli alieni diffiderebbero del rapido sviluppo dell'umanità, in particolare per quanto riguarda lo sviluppo di testate nucleari. 
Greer ha aggiunto che per 25 anni ha lavorato alla divulgazione di informazioni "classificate" relative agli UFO. 
Come possiamo provare una volta per tutte che gli alieni esistono veramente o che sono già stati scoperti? 
Una domanda alla quale risulta estremamente difficile trovare una risposta. 
Per Steven Greer questo non è un problema al punto che nel 2017 ha voluto rilasciare il documentario "Unrecognized". 
Esso prende il nome dalla prima parola nella dicitura "progetti non riconosciuti con accesso limitato", poiché l'esercito statunitense ha designato programmi top secret tutti quei documenti relativi agli UFO e alla vita extraterrestre. 
Più di 950 militari con accesso diretto ai materiali top secret hanno testimoniato e presentato un gran numero di documenti fotografici. 
Si racconta che abbiano anche condotto uno studio su un campione biologico di origine extraterrestre. 
Vi sono prove inconfutabili di visite aliene sulla Terra per cui ogni partecipante ai progetti classificati ne è pienamente consapevole. 
Probabilmente una mente extraterrestre sta aspettando che la nostra civiltà maturi, e fino ad allora non intraprenderà un'azione aperta, a meno che non avvenga una qualche sorta di catastrofe globale .

1 commento:

Alien ha detto...

Centro R.: OSSERVAZIONI DEL CENTRO : indubbiamente , questa e' una civilta' problematica per gli ET! CATASTROFE O CONFLITTO ATOMICO ? = A INTERVENTO ALIENO SICURO !. Ci sono piani precisi degli Et di nostra conoscenza, piani dettagliati di nostra conoscenza da tempo. Questi piani, redatti da loro fin dalla fine degli anni '80, prevedono : in caso di conflitto atomico o catastrofe planetaria di: esautorare in maniera incruenta i principli leaders terrestri e tutti i settori di comando ad essi collegati: Pentagono , NATO, stati maggiori di vari paesi e tutte le altre forze che potrebbero reagire contro gli ET. In caso di conflitto atomico, ipotesi tutt'altro che remota, questo pianeta passerebbe sotto un protettorato alieno , una sottommisione coatta per il bene di tutto l'Universo. Tutto questo , a tempo indeterminato e finche' sara' necessario per cambiare le cose sul pianeta e impedire altri pericoli atomici in futuro. Non e' e non sara' un' invasione aliena, ma il presupposto indispensabile per salvare e garantire la sopravvivenza di tutte le specie viventi sul pianeta Terra: animali, piante e umani! Centro R.

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.