martedì 16 aprile 2019

La strana Legge sull'esposizione extraterrestre



Il 16 luglio 1969 fu approvata una legge statunitense meglio conosciuta come la "Legge sull'esposizione extraterrestre". Questa curiosa legge sanciva che era assolutamente illegale per chiunque entrare in contatto con gli alieni e i loro rispettivi veicoli. 
(Titolo 14, sezione 1211 del codice dei regolamenti federali). Secondo il sito journalduparanormal.com, chiunque si fosse reso colpevole di tali contatti avrebbe rischiato la reclusione fino ad un anno e una multa di $ 5.000. 
Secondo la Legge, l'amministratore della NASA avrebbe l'autorità di decidere senza alcuna udienza preliminare, qualora una persona o un oggetto fosse stato esposto direttamente o indirettamente a un contatto extraterrestre. 
A tale Aurorita'  era consentito inoltre imporre una quarantena indeterminata e sotto scorta armata, la cui decisione non poteva essere messa in discussione né violata da alcun tribunale statunitense. 
La legge fu originariamente adottata per proteggere il pianeta Terra da qualsiasi potenziale contaminazione biologica derivante dal programma spaziale Apollo e da altri programmi per l'esplorazione spaziale. 
Questo perché il sistema immunitario dell'essere umano non sarebbe in grado di combattere tali batteri e quindi qualsiasi "esposizione extraterrestre" deve essere presa molto seriamente. 
La comunità scientifica degli Stati Uniti (tra cui seri ricercatori, investigatori e ufologi) è tuttora seriamente preoccupata per quanto sancito da questa bizzarra legge, in quanto le definizioni dei contatti possono consentire al governo degli Stati Uniti di citare in giudizio tutto il personale della NASA e quelle persone di tutto il mondo che accidentalmente sono entrate in contatto con degli organismi alieni e i loro veicoli. 
Questa legge, in contraddizione con la Costituzione americana, è passata inosservata proprio per il suo lungo e tedioso testo sanzionatorio. 
Le associazioni per la difesa delle libertà individuali hanno trovato questo atteggiamento paradossale perché se da un lato il governo ha negato il suo interesse per il problema extraterrestre, dall'altro è stata varata una legge che proibisce ogni contatto con gli extraterrestri e le loro navicelle . 
Questa legge è stata approvata ancor prima della partenza dei primi tre astronauti della missione Apollo, e precisamente il 16 luglio 1969. 
Cio' spiega perché gli astronauti sono stati messi in quarantena subito dopo il loro rientro sulla Terra. 
La NASA ha revocato la legge nel 1977 la quale è stata ufficialmente rimossa dal Codice dei regolamenti federali solo nell'anno 1991.

4 commenti:

Alien ha detto...

Centro R.: siamo gia' alla fantapolitica negativa e larvata contro gli ET! Forse ...e' la Nasa che dovrebbe essere messa in quarantena e poi abolita! centro R.

Anonimo ha detto...

pienamente in accordo ... applauso!!! un'ente paramilitare che spende e spande da anni senza concludere niente...

Sotuknang ha detto...

Se dovessero concludere qualcosa lo direbbero a voi due? A me di sicuro no e non mi aspetto il contrario.

Alien ha detto...

Centro R.:Satuk, perche' ti metti a fare sempre il contradditorio su tutto quanto ? Non ci ricavi nulla!Centro R.

Scegli l’altruismo, perché l’egoismo è un solitario, freddo, buco nero

netparade